Alpinismo

Annapurna, Pustelnik: sarò pazzo, ma riprovo

immagine

VARSAVIA, Polonia — "Chiamatemi pazzo, ma io ci riprovo". Con queste parole il fuoriclasse polacco Piotr Pustelnik ha annunciato, nei giorni scorsi, un nuovo tentativo all’Annapurna, che dovrebbe diventare il suo 14esimo ottomila. Pustelnik, 58 anni, ha già tentato 5 volte di salirlo senza successo, e ha annunciato più volte di voler rinunciare all’alpinismo e andare in pensione. Ma a quanto pare, proprio non ci riesce.

L’ultimo tentativo all’Annapurna di Pustelnik risale alla primavera 2008 con Piotr Morawski e Peter Hamor: i tre avevano provato a salire, in stile alpino, la via dei cecoslovacchi Nezerka e Martis sulla parete Nordest. Stavolta, però, la cordata non potrà ripetersi. Morawski, infatti, è scomparso la scorsa primavera sul Dhaulagiri, cadendo in un crepaccio.

"Penso ancora con commozione a lui e a quello stupido incidente – ha detto Pustelnik a Explorersweb -. Ma io e Hamor dobbiamo uscire dall’ombra della sua morte. Questa salita sarà il nostro omaggio per lui". All’Annapurna, però, non ci saranno solo Pustelnik e Hamor. Il polacco ha annunciato che sta costruendo una squadra d’eccezione, di cui probabilmente farà parte anche il russo Serguey Bogomolov.

Pustelnik è il quarto pretendente ai 14 ottomila che si troverà l’anno prossimo ai piedi dell’Annapurna. Oltre a lui, la coreana Oh Eun Sun, il portoghese Joao Garcia e la basca Edurne Pasaban, a cui manca però ancora lo Shisha Pangma.

Sara Sottocornola

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close