Alpinismo

Miss Oh: sono un modello per le coreane

immagine

KATHMANDU, Nepal — " Ho sentito che sono diventata una fonte d’ispirazione per molte donne in Corea e ne sono lusingata. Care sorelle, non importa cosa scegliate di fare, se l’alpinista o la casalinga, contate solo sulle vostre capacità e sulla vostra indipendenza e seguite i vostri sogni". Mentre aspetta il momento buono per tentare di nuovo la vetta dell’Annapurna, Miss Oh ha deciso di sfruttare l’attenzione dei media per incoraggiare l’indipendenza delle donne coreane, e a tutte loro ha scritto una lettera.

"Mi dispiace di non aver potuto raggiungere la cima dell’Annapurna il 3 ottobre giorno del Ringraziamento coreano – scrive Oh Eun Sun -, sarebbe stato un bel regalo. Date le condizioni della montagna, scendere era l’unica cosa giusta da fare. Spero di poter portare notizie migliori dopo il secondo tentativo che sto programmando per metà ottobre. Sarò più preparata per allora".

Ma intanto, scalata a parte, altri pensieri si affollano nella mente dell’alpinista coreana in lotta per diventare la prima donna al mondo ad aver conquistato tutti i 14 ottomila. Una battaglia che ha molte probabilità di vincere visto gliene manca solo uno. Nell’attesa del momento buono per ritentare la salita dell’Annapurna, Miss Oh pensa alle donne del suo paese e a loro si rivolge in una lettera pubblicata sul sito Explorersweb.

“Ho sentito che sono diventata una fonte di ispirazione per molte donne in Corea e ne sono lusingata, ma al contempo sento anche un nuovo senso di responsabilità. Ho lavorato duramente per trovare il tempo e i fondi per scalare le montagne: ho fatto diversi lavori e aperto un noodle-restaurant per guadagnare soldi, ma non mi sono mai lamentata, dal momento che i miei obiettivi erano chiari e la mia volontà di raggiungerli salda”.

“Care sorelle – continua Miss Oh rivolgendosi a tutte le donne di Corea -, seguite il vostro cuore ma tenete bene a mente il vostro obiettivo. Se avessi lasciato il mio lavoro per scalare solo le montagne, non sarei durata a lungo. Secondo me, se uno vuole realizzare un suo grande desiderio, è importante che rimanga indipendente, non solo finanziariamente ma anche mentalmente. Identificate i vostri sogni e seguiteli: la felicità sta proprio lì. Perderete se vi paragonerete ad altri. Perderete se vi preoccuperete dei soldi, dell’onore o di quello che gli altri possono pensare. Ricordate che i soldi e la felicità vengono da quello che vi piace fare, per voi stesse".

Non c’è bisogno di altro, se non di determinazione e fermezza di spirito. Un discorso vero tanto per le donne quanto per gli uomini, a cui il gentil sesso non ha niente da invidiare secondo l’alpinista coreana.

“Le persone sono propense a pensare che gli uomini siano forti e le donne deboli – conclude infatti Oh Eun Sun -, soprattutto nel mondo dell’alpinismo dove gli uomini sono in maggioranza. Ma se dipendete da qualcun altro, sarete sempre limitate. Invece, bisogna fare le cose da sole. Non importa cosa scegliate di fare, se l’alpinista o la casalinga, contate solo sulle vostre capacità e sulla vostra indipendenza. Età e caratteristiche fisiche non sono fattori determinanti. Semplicemente seguite i vostri sogni”.

Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close