News

San Candido: ecco le foto dei neo-alpini

immagine

SAN CANDIDO, Bolzano — Eccoli, sull’attenti in mimetica, mentre compiono il loro primo saluto militare. Sono le giovani ed entusiaste reclute della mini-naja, che questo lunedì hanno iniziato il loro stage di 15 giorni presso il 6° reggimento alpini in Val Pusteria, reparto che appartiene al Centro Addestramento Alpino di Aosta.

La foto ritrae i 145 neo-alpini schierati nel cortile della Caserma Cantore di San Candido. Lì, il 15 settembre alle ore10, hanno ricevuto il benvenuto del comandante delle Truppe alpine, il generale D. Alberto Primicerj.

Nei prossimi giorni, saranno addestrati all’uso delle radio ricetrasmittenti, alle tecniche di difesa personale e di movimento in ambiente montano con tanto di marcia su itinerari storici militari come le gallerie del Lagazuoi e del Monte Piana. Riceveranno lezioni di topografia, smontaggio e montaggio armi, e istruzione formale.

Si tratta di 100 ragazzi e 45 ragazze, le cui iscrizioni sono state raccolte dall’Associazione nazionale alpini su incarico del Ministero della Difesa. "I volontari sono stati ben al di sopra delle aspettative – fanno sapere dall’Ana -, a dimostrazione di come la società si senta molto legata all’esercito e soprattutto agli alpini".

Le reclute hanno iniziato lunedì a Montorio Veronese, presso la caserma dell’85° reggimento. Prima la “vestizione”, con la consegna della divisa, e poi il saluto del generale di C.A. Armando Novelli, comandante del Comando delle forze terrestri. A seguire, sono stati trasferiti a San Candido, alla caserma Cantore.

Sara Sottocornola


Nelle foto: il saluto del gen. Primcerj, lo schieramento: "l’alpino sta alle montagne come la neve alle cime", e un momento della vestizione. Courtesy Comando Truppe Alpine e Ana.it.
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close