Turismo

Adamello: alla scoperta del Fatulì

immagine

VEZZA D’OGLIO, Brescia — Un’escursione all’ombra dell’Adamello, per scoprire come nasce e come viene lavorato il Fatulì, delizioso formaggio della Val Saviore prodotto esclusivamente con latte di capra bionda dell’Adamello. Davvero imperdibile la gita organizzata per sabato 8 agosto dal Parco dell’Adamello.

Il Fatulì è un formaggio tanto buono quanto raro. Sono ormai pochissimi i casari che lo producono secondo la ricetta originale, che prevede l’uso esclusivo del latte della capra tipica della Valcamonica, la stagionatura di circa un mese e una leggera affumicatura realizzata bruciando rami di ginepro e altre essenze montane.

I produttori del Fatulì, che per il suo sapore così particolare è stato recentemente inserito nei presidi Slow Food, si trovano tutti in Val Saviore. Ed è proprio lì che il Parco dell’Adamello ha organizzato l’escursione di sabato 8 agosto, durante la quale si visiteranno le gli alpeggi e le casere di produzione di questo speciale caprino.
 
L’appuntamento, per chi volesse partecipare, è alle 9 di sabato mattina presso la casa del Parco di Saviore dell’Adamello. Durante la gita ci sarà la possibilità di pranzare al rifugio Lissone.

Sara Sottocornola 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close