Sport

UniTrento, nasce la Uni.Sport Card

immagine

TRENTO — L’Università di Trento va incontro agli studenti sportivi. Per agevolare infatti i giovani che, oltre a studiare praticano lo sport, ed incentivare all’attività fisica coloro che non ne praticano, l’Ateneo trentino ha studiato una speciale "Uni.Sport Card" e un sitema articolato di convenzioni e agevolazioni. Testimonial d’eccezione dell’iniziativa la sciatrice Karen Putzer, iscritta alla facoltà di Giurisprudenza.

Con la "Uni.Sport Card" gli studenti-sportivi potranno usufruire di una serie di servizi utilissimi, volti a conciliare nel miglior modo possibile l’attività fisica con quella intellettuale e ad incentivare la pratica sportiva. La tessera riguarderà i luoghi dell’Ateneo trentino, permettendo l’ingresso a tutte le strutture sportive dell’Opera universitaria: palestre, campi da squash, tennis, sale macchine ed altro. Ma non solo.
 
Sono previste convenzioni anche a palestre esterne, centri sportivi, piscine, impianti da sci su tutto il territorio provinciale. E poi ancora agevolazioni per le visite mediche specializzate e programmi individuali di allenamento.
 
Madrina d’eccezione sarà uno dei volti più celebri dello sci italiano, quello dell’altoatesina Karen Putzer. La sciatrice infatti, iscritta alla facoltà di Giurisprudenza, ha ottenuto un tutoraggio studiato per gli sportivi che faticano a coniugare studio e attività agonistica ed ora si presta a testimonial di questa iniziativa.
 
Il sistema pensato dall’Università di Trento si rifà evidentemente al modello organizzativo e gestionale dei campus anglosassoni o nordici. Un piano molto articolato che oltre ai vantaggi pratici che offrirà agli studenti porterà a una maggiore condivisione degli spazi e della vita nell’Ateneo. Si propone quindi come uno tra i primi progetti pilota a livello
nazionale per quanto riguarda il mondo dell’Università.
 
Gli studenti potranno avere la propria "Uni.Sport Card" fino a dicembre al costo di 10 euro, mentre dal gennaio 2010 in poi il prezzo salirà a 20 euro. Per coloro che si immatricoleranno quest’anno invece, la tesserà vedata automaticamente insieme al libretto universitario.
 
 
Valentina d’Angella

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close