AmbienteNews

Gruppo Grandi Carnivori, un 2016 di grandi soddisfazioni

Nel 2016 le iniziative promosse dal Gruppo sono state molte e si sono sviluppate in modo trasversale alle diverse realtà all’interno del CAI.

Il Gruppo Grandi Carnivori del CAI nasce dall’accordo siglato, a fine maggio 2015, tra il Club Alpino Italiano e LIFE WOLFALPS e ha lo scopo di coordinare e supportare i soci appassionati o esperti che vorranno partecipare a questo progetto, con una prospettiva aperta a tutta la problematica di convivenza tra uomo e grandi carnivori (Lupo, Orso, Lince).

Fonte: Life Wolfalps

Con questo accordo il CAI è diventato a tutti gli effetti un ente sostenitore del progetto LIFE WOLFALPS e darà il proprio contributo nel gruppo di lavoro internazionale per  una gestione coordinata della popolazione alpina del lupo, con l’obiettivo di una, sicuramente possibile, convivenza stabile con gli abitanti locali. Il nucleo di partenza del Gruppo era costituito da alcuni membri del Comitato Scientifico Centrale del CAI e della Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano me il Gruppo è sempre stato ed è aperto a tutti i soci interessati.

Il primo, e grande, successo per quest’anno che si è appena concluso è stata l’espressione ufficiale della posizione del CAI rispetto al tema dei grandi carnivori, scaturita da un documento redatto da Gruppo Grandi Carnivori, dal Comitato Scientifico Centrale e dalla Commissione Centrale Tutela Ambiente Montano e approvato dagli organi centrali.

Quest’anno poi grosse soddisfazioni le ha portate la mostra itinerante “Presenze Silenziose”, per la divulgazione corretta dei temi inerenti i grandi carnivori. L’iniziativa ha, da subito, avuto un impatto notevole.

Fonte: Presenze Silenziose

Sono state molte inoltre le serate, le conferenze e le iniziative promosse del Gruppo in collaborazione con le singole sezioni su tutto il territorio nazionale: la giornata Nazionale sul Lupo, a Bergamo, con più di 150 presenze e  successo anche a livello mediatico, la due giorni su Lince e Gatto selvatico a Valbruna, un incontro a Conegliano sul riconoscimento dei segni di presenza dei grandi carnivori, come valutarli e come poi segnalargli agli enti preposti, un importante corso tematico sul Lupo realizzato a Bologna e molte serate sull’orso, ed i grandi carnivori, realizzate in Trentino Alto Adige.

Infine membri del gruppo sono stati interpellati anche da stazioni radio, riviste e quotidiani locali e nazionali.

Nel 2017 in ogni caso il Gruppo non accenna a rallentare:  oltre alla mostra Presenze Silenziose che continuerà il suo viaggio per tutto il Nord Italia, due sono gli appuntamenti che si stanno organizzando a livello nazionale: il 25 marzo 2017 a Bologna sul Lupo, replicando la proposta dell’anno scorso a Bergamo e il 7 e 8 ottobre a Trento sull’Orso bruno; in quest’occasione ci sarà tempo anche per una giornata sul campo alla ricerca di segni di presenza. Continueranno inoltre anche le iniziative con le varie sezioni e si invitano, anche quest’anno, tutti i soci interessati a monitorare e segnalare tracce di presenza, avvistamenti o predazioni.

Un importante obiettivo per il 2017 è, infine,  quello di realizzare un gruppo di soci operativi (iniziando dalla regione Veneto) che possano dare un contributo in termini di manodopera per realizzare sistemi di protezione del bestiame o altri tipi di intervento.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close