News

Grignetta, direttissima in pessimo stato

immagine

LECCO — Ancoraggi saltati, cavi di sicurezza staccati e scalette semidistrutte. La "direttissima" della Grignetta, sentiero famoso e molto frequentato, è attualmente in pessime condizioni. Le cause sono per lo più da imputare alle nevicate, e non appena si scioglierà la neve le Guide Alpine di Introbio provvederanno alle operazioni di manutenzione. Anche se il finanziamento di questi lavori rimane una questione aperta.

Situazione pessima per il sentiero che va dal rifugio Porta al Rosalba – si legge sul sito Ballabionews -. Precaria dopo gli ultimi interventi la via attrezzata, sempre chiuso il Canalone di Val Tera per via di un masso instabile. E intanto la via che collega i Resinelli al sentiero delle Foppe è stata chiusa dal proprietario del terreno.
 
Gli escursionisti sono quindi avvisati, i sentieri alti della Grignetta sono attualmente in cattivo stato. "La ‘direttissima’ non è in buone condizioni, servono interventi di manutenzione che saremo pronti a fare non appena la neve si sarà sciolta – dice Fabio Lenti, direttore della Casa delle Guide di Introbio -. Ma chi paga è sempre una questione fumosa".
 
"Gli ultimi lavori di restauro del 2002 – continua Lenti -, con i quali abbiamo sostituito tutte le catene e i cavi, sono stati sostenuti economicamente dalla Regione Lombardia e dalla Comunità Montana del Lario Orientale. All’epoca era stato stabilito anche un finanziamento annuale delle operazioni di ristrutturazione, solo che di fatto questi soldi non sono mai arrivati. Abbiamo sempre lavorato gratis. Continueremo a fare quello che è necessario per la sicurezza in Grignetta, ma il problema rimane".
 
"Attualmente molti ancoraggi e cavi di sicurezza sono stati strappati dalle nevicate di questo inverno – conclude Lenti -, sulla ‘Direttissima’ come su altri sentieri in alta quota. Per percorrerli occorrono ramponi e picozza, ma sono sconsigliati agli alpinisti non esperti. E’ preferibile in questo momento salire sulle ferrate più basse".
 
 
Valentina d’Angella
 
 
Foto courtesy of Green Rock Alpine Club

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close