News

Valtellina, trovato arsenale bellico

immagine

GROSIO, Sondrio — Cinquanta bombe a mano, un migliaio di proiettili e diversi caricatori per mitragliatrici. Questo l’arsenale bellico ritrovato da un escursionista, nei giorni scorsi, sulle montagne che sovrastano il paesino di Grosio, in alta Valtellina.

Tutte le armi portano la data del 1939-1941. Secondo le prime ricostruzioni, potrebbero essere appartenute ai partigiani oppure essere state abbandonate da soldati nemici in fuga.

Il ritrovamento, secondo quanto riferito dalla stampa locale, sarebbe stato segnalato con una telefonata anonima in comune. Forse, un escursionista di passaggio che ha notato le armi nascoste nella grotta di un’una antica trincea, chiamata "Iron", che si trova a circa mille metri di quota sul versante del Mortirolo. Pare però che le armi si trovassero nella grotta da poco tempo, forse da qualcuno che voleva disfarsene.

Immediato l’intervento delle forze dell’ordine, che hanno isolato la zona sorvegliandola giorno e notte fino all’arrivo degli artificieri dell’Esercito, insieme ai quali si deciderà se fare brillare le munizioni sul posto oppure rimuoverle così come sono.
 
 

Foto Ghilotti p K49 courtesy of La Provincia di Sondrio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close