• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo

Mario Panzeri in vetta al Broad Peak

immagine

LECCO — "Giornata splendida, aria limpida: posso quasi toccare il K2 con le mani". Queste le parole di Mario Panzeri, che stamattina, poco dopo le sette ora italiana (le 11 in Pakistan) ha toccato la cima del suo nono ottomila: il Broad Peak. Il forte alpinista lecchese è salito  con il finlandese Viekka Gustaffson, che ha conquistato così il suo tredicesimo ottomila, e con Daniele Nardi.

Panzeri e compagni sono partiti questa notte alle 2 dall’ultimo campo, circa due ore più tardi del previsto a causa del vento. Poi il meteo è migliorato velocemente e, con ottime condizioni, gli alpinisti hanno raggiunto la vetta del gigante pakistano di 8.047 metri che sorge proprio accanto al K2.
 
"Giornata splendida e gran caldo – ha detto Panzeri alla moglie Paola, chiamata direttamente dalla cima – sono qui con Viekka che ha raggiunto il suo tredicesimo ottomila". Nel giro di poche decine di minuti, la notizia è velocemente rimbalzata fino in redazione.
 
Pochi minuti fa è arrivata anche la news della cima di Daniele Nardi, che ha raggiunto la vetta della montagna alle 8.17 ora italiana. Panzeri e Nardi firmano così il loro secondo splendido successo della stagione, dopo quello conquistato sul Nanga Parbat, 8.125 metri, il 21 giugno scorso.
 
Ora gli alpinisti sono in discesa. Sulla cima, si sono fermati giusto il tempo di fare qualche fotografia. Altre news sono attese nelle prossime ore, quando raggiungeranno le tende.
Ieri, sul Broad Peak, era salito un gruppo di alpinisti coreani. Oggi, oltre a Panzeri, Nardi e Gustaffson, stanno salendo altri tre alpinisti finlandesi e alcuni di altre spedizioni.
 
Sara Sottocornola
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.