• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente

Tibet, scoperti 42 nuovi ghiacciai

immagine

LHASA, Tibet — Quarantadue nuovi ghiacciai sul plateau tibetano che, insieme, formerebbero il più grande gruppo glaciale dell’area. Sono stati "scoperti" dal satellite nei giorni scorsi, e sono stati accolti come una speranza per le riserve d’acque della nazione cinese minacciate dai cambiamenti climatici.

I nuovi ghiacciai si trovano a 4.200 metri di quota nella provincia di Bomi, sul confine tra Tibet e la provincia cinese di Qinghai.
 
La loro esatta estensione è ancora da stimare, ma si tratta di un complesso glaciale di fondamentale importanza perchè l’altopiano è la maggior sorgente d’acqua dolce del paese: qui originano ben quattro quinti dei fiumi cinesi.
 
La zona, ultimamente, era guardata con preoccupazione a causa del riscaldamento climatico che accellerava lo scioglimento dei ghiacciai: negli ultimi cent’anni, erano diminuiti del trenta per cento.
 
I nuovi ghiacciai si aggiungono ai 46 mila già conosciuti sul territorio cinese. Un totale di 60mila chilometri quadrati di ghiaccio, concentrati per la maggior parte proprio in Tibet, tra l’Himalaya e le Kunlun Mountains.
 
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.