• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Marmolada, scialpinisti bloccati per ore sul versante trentino

1048533_202825273206009_1102423879_o-300x222.jpg
Intervento del Soccorso Alpino su montagna avvolta dalla nebbia (Photo courtesy of Soccorso Alpino XIIa Canavesana)
Intervento del Soccorso Alpino su montagna avvolta dalla nebbia (Photo courtesy of Soccorso Alpino XIIa Canavesana)

CANAZEI, Trento — Nebbia, neve e il pericolo di caduta valanghe: questa la situazione in cui sabato si sono ritrovati due scialpinisti che tentavano di raggiungere Punta Rocca, sulla Marmolada. I due sono rimasti bloccati nel primo pomeriggio tra i 2900 e i 3000 metri del massiccio dolomitico. I soccorsi sono riusciti a raggiungerli solo in serata grazie all’aiuto di un elicottero e di un gatto delle nevi.

Secondo quanto riporta il comunicato stampa emesso dal Cnsas Veneto, i due scialpinisti della provincia di Vicenza sono partiti sabato mattina per un’escursione verso Punta Rocca, che con i suoi 3309 metri è una delle vette più alte del gruppo montuoso della Marmolada. Durante la salita lungo il versante trentino sono stati investiti da una nevicata tra i 2900 e i 3000 metri di quota che ha fatto perdere loro l’orientamento.

Rimasti bloccati nella nebbia con il pericolo di caduta valanghe a causa degli 80 centimetri di neve fresca, alle 13 hanno dato l’allarme. A causa delle condizioni meteorologiche, i tecnici della Alta Val di Fassa sono riusciti a raggiungere il Passo Fedaia dove hanno atteso un miglioramento. Nel frattempo un elicottero del Suem di Pieve di Cadore ha approfittato di un varco nella nebbia, ma senza poter raggiungere i due scialpinisti.

Successivamente è partito l’elicottero di Trentino emergenza che è riuscito a portare due uomini del Soccorso Alpino a 2600 metri di quota. I soccorritori sono stati raggiunti da un gatto delle nevi, partito dal Fedaia con altri tecnici, e insieme hanno raggiunto gli scialpinisti: uno è sceso a valle con il mezzo cingolato, l’altro è tornato al passo sciando assieme ai soccorritori. L’intervento si è concluso poco dopo le 21.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.