• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Diavolezza, scialpinista muore sotto una valanga durante fuori pista

La valanga ha trascinato lo sciatore per centinaia di metri fino al Lej da Diavolezza, il lago alle pendici del Munt Pers (Photo courtesy of www.flickr.com)
La valanga ha trascinato lo sciatore per centinaia di metri fino al Lej da Diavolezza, il lago alle pendici del Munt Pers (Photo courtesy of www.flickr.com)

PONTRESINA, Svizzera — Tragedia sulle nevi della Diavolezza: uno sciatore olandese che stava praticando fuori pista è stato travolto da una valanga lunedì. I due compagni che erano con l’uomo hanno subito iniziato le ricerche grazie al dispositivo Artva, ma non sono riusciti a salvarlo.

I tre amici avevano raggiunto lunedì mattina l’Alta Engadina per praticare  scialpinismo. Secondo quanto riferito dalla Polizia cantonale del Canton dei Grigioni il gruppetto aveva raggiunto la stazione di valle della funivia Diavolezza per poi salire lungo le piste ancora chiuse.

Durante il pomeriggio i tre stavano percorrendo un canalone piuttosto ripido da cui erano passati in senso contrario durante la mattinata. All’improvviso si è staccato un lastrone di neve che ha travolto il 40enne trascinandolo a valle per centinaia di metri.

I due amici sono rimasti illesi e hanno iniziato immediatamente le ricerche del compagno grazie al dispositivo di ricerca in valanga (Artva) che l’uomo indossava. Il 40enne è stato localizzato a poca distanza dal Lej da Diavolezza, lago posto a 2575 metri di quota, ma i soccorsi si sono rivelati vani.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.