• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Natura, Primo Piano

Grigna, scoperta l’origine del torrente Fiumelatte a 1.200 metri di profondità

Dove Fiumelatte esce allo scoperto (Photo courtesy wikipedia.org)
Dove Fiumelatte esce allo scoperto (Photo courtesy wikipedia.org)

VARENNA, Lecco — E’ stata scoperta a ben 1.200 metri di profondità la sorgente del torrente Fiumelatte, che sgorga dalla Grigna nei pressi di Varenna e si butta nel Lario dopo soli 250 metri di corso. La rivelazione, che mette fine a un mistero che risale a diversi secoli fa, è opera di un gruppo di sei speleologi del gruppo “InGrigna” che hanno scoperto un’enorme cavità nel cuore della montagna.

La notizia è stata diffusa dal quotidiano “Il Giorno” nei giorni scorsi. I sei speleologi – Maurizio Aresi, Davide Corengia, Andrea Maconi, Maurizio Calise, Alex Rinaldi e Romeo Uries – si sono calati nella grotta “W le donne”, il cui ingresso si trova lungo la Cresta Piancaformia, poco sotto la vetta della montagna, e hanno stabilito un “campo base” 900 metri più sotto.

Il giorno seguente sono scesi ad ulteriore profondità con le mute stagne, dividendosi in due squadre e superando punti già esplorati da altri speleologi in passato. Ad individuare il punto chiave è stato Davide Corengia, che si è immerso tra le rocce con un cavo telefonico che lo teneva legato al resto della squadra.

A quanto pare, la scena che gli si è parata davanti è stata “da film”. Il Giorno parla di “un grande ambiente sotterraneo percorso da un flusso d’acqua imponente”, che lo speleologo ha illuminato grazie alla torcia da sub che aveva sul casco.

Una curiosità: pare che l’origine del torrente Fiumelatte sia stata studiata perfino da Leonardo Da Vinci, che di lui scrisse “È il Fiumelaccio, il quale cade da alto più che braccia 100 dalla vena donde nasce, a piombo sul lago, con inistimabile strepitio e romore”. Il torrente, per la lunghezza del suo corso alla luce del sole, è il secondo più corto d’Italia.

Nel 1992 nell’Abisso W Le Donne venne immessa una colorazione con fluoresceina (colorante atossico) che venne ritrovata nel fiume e dimostrò il collegamento tra Fiumelatte e le cavità carsiche del Grignone.

 

Links: http://www.ilgiorno.it/lecco/cronaca/2012/11/08/798964-lecco-varenna-grotta-fiumelatte-lago.shtml

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.