• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Alpi: Messner progetta un sesto museo, ma sottoterra

MessnerBOLZANO — Una nuova struttura museale dedicata alla roccia, da costruirsi tra la Val Pusteria e la Val Badia. Questo il sogno di Reinhold Messner, che nei giorni scorsi ha annunciato la volontà di portare a sei il numero dei Messner Mountain Museum. Stavolta, però, niente castelli: si vocifera di un edificio moderno che porterà la firma di una nota “archistar”, ossia un architetto molto famoso.

Messner, che poche settimane fa aveva lanciato un appello affinchè le montagne rimanessero “selvagge” e si mettesse un limite alle infrastrutture turistiche, oggi parla di un nuovo museo della montagna. Ma proprio per non impattare sull’ambiente, l’alpinista altoatesino vorrebbe costruirlo sottoterra.

“Non sarà un castello – ha detto all’Ansa -, ma una nuova struttura, costruita completamente sottoterra per non disturbare il paesaggio”.

La ragione di questo nuovo progetto, però, pare non essere la volontà di espandersi ma quella di migliorare la qualità dei suoi musei, che attualmente sono 5 e sorgono a Castel Firmiano (Bolzano), Solda, Castel Juval, Brunico e Monte Rite.

“Nella struttura di Monte Rite ho grossi problemi di conservazione delle opere d’arte a causa dell’umidità – ha spiegato Messner -. Il nuovo museo diventerebbe così la sede centrale e Monte Rite una sorta di dependance. La decisione definitiva sarà presa entro l’estate”.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

    1. in parte sono d’accordo con te, la montagna in bacheca moltiplicato per 6 si può evitare.
      Da parte di quella filosofia che ha di base l’avventura a cielo aperto……mhmm…..qualcosa contraddice quello che il sig. Messner racconta attraverso i sui scritti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.