• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota, Top News

Prime cime sull’Everest: Ueli Steck in vetta senza ossigeno

Everest first step (Photo courtesy Uelisteck.ch)
Everest first step (Photo courtesy Uelisteck.ch)

KATHMANDU, Nepal — E’ arrivato sulla vetta dell’Everest venerdì mattina, salendo senza ossigeno insieme allo Sherpa Tenzing. Ce l’ha fatta l’alpinista svizzero Ueli Steck, che da due anni tentava di compiere la salita senza ossigeno della montagna più alta del mondo: un’impresa che fino ad oggi è riuscita a poche decine di alpinisti al mondo.

Steck, 35 anni, e Tenzing, 21, erano partiti mercoledì dal campo base e hanno fatto 2 tappe per la notte durante la salita, una a campo 2 e una a Colle Sud, a quota ottomila metri. Nella notte tra giovedì e venerdì sono partiti da lì per salire in vetta. L’hanno raggiunta e poi sono rientrati a Colle Sud. Tutta la salita è avvenuta senza ossigeno, esattamente come da programma dell’alpinista svizzero.

Steck aveva già tentato l’anno scorso questa salita ma aveva dovuto fare dietro front a soli 100 metri dalla cima perchè sentiva troppo freddo ai piedi. Quest’anno, invece, ci è riuscito senza problemi. Don Bowie, che avrebbe dovuto salire l’Everest insieme a Steck, dopo il tentativo all’Annapurna ha rinunciato alla salita sul Tetto del mondo decidendo di tornare a casa.

Ueli Steck Everst Summit (Photo courtesy uelisteck.ch)
Ueli Steck Everst Summit (Photo courtesy explorersweb.com-uelisteck.ch)

Quella di Steck è stata una delle prime cime del 2012 dal versante nepalese della montagna, avvenute proprio venerdì 18 maggio. Secondo quanto riferito da Nepalmountainnews.com, sono arrivati lassù 18 nepalesi e 12 stranieri. Quest’anno sono avvenute in ritardo rispetto al solito a causa del vento e del maltempo che avevano interessato la montagna nei giorni scorsi.

Nella storia, prima di Steck, sono stati 176 gli alpinisti ad aver salito l’Everest senza ossigeno (171 uomini e 5 donne) su un totale di 5.644 salite (dati fino alla primavera 2011). I primi sono stati Reinhold Messner e Peter Habeler l’8 maggio 1978. L’anno scorso soltanto tre alpinisti ci sono riusciti: l’iraniano Amidi Mahdi, l’austriaco Helmut Ortner e il nepalese Lakhpa Tshering Sherpa.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.