• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Film, Primo Piano

Trento, presentato in anteprima assoluta il film su Walter Bonatti

Walter Bonatti
Walter Bonatti

TRENTO — “Walter Bonatti, con il cuore, con i muscoli, con la testa”. A otto mesi dalla scomparsa del grande alpinista ed esploratore, ieri mattina è stato presentato al TrentoFilmfestival, in anteprima assoluta come proiezione speciale, il primo documentario autorizzato sulla vita di Walter Bonatti prodotto da Road Television.

“Un film che mi ha emozionato e commosso”, il commento a caldo di Rossana Podestà, la compagna di una vita di Walter Bonatti, in sala per questa proiezione.

Il progetto è nato nella primavera del 2011: fu lo stesso Bonatti ad accogliere la proposta di Fabio Pagani e Michele Imperio. “Erano anni che arrivavano offerte di case di produzione sia italiane che internazionali, ma mai Walter le aveva volute prendere in considerazione -, ha raccontato la Podestà -. Ma il progetto di questi due giovani autori lo colpì”. E fu così che per la prima volta Walter Bonatti decise di dare il suo placet alla realizzazione di questo racconto per immagini sulla sua vita.

Durante la preparazione del film Bonatti si è ammalato gravemente ed è scomparso poi nel settembre del 2011. Ma i giovani autori non si sono dati per vinti. Hanno cambiato il soggetto e coinvolto Margherita, la nipote di Rossana, che diventa la voce (e il cuore) narrante di una storia di famiglia.

Il film, della durata di 72 minuti, nella sua versione integrale, diventa il testamento di un grande uomo e l’ennesimo gesto d’amore della sua compagna di sempre Rossana Podestà che ha collaborato e creduto nel progetto nonostante la scomparsa improvvisa di Walter.

La sala gremita – 300 persone assiepate – ha raccolto le suggestioni e le emozioni del documentario con un lunghissimo applauso finale che per l’ennesima volta testimonia l’amore del pubblico per una figura così integra e cristallina, quale fu Walter Bonatti. Un uomo che ci ha lasciato mille racconti, mille storie e avventure, ma un unico grande messaggio universale: “La montagna mi ha insegnato a non barare e ad essere onesto con me stesso e con quello che facevo”.

Vedi il trailer del film

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.