• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Località

Il mistero dei cavalli selvatici sulla Giara di Gesturi

NUORO, Sardegna — La Sardegna che non ti aspetti, quella lontana dalle mete del turismo estivo e dalle spiagge, sa sorprendere il visitatore con paesaggi unici dal fascino antico. E’ il caso della riserva naturale della Giara di Gesturi che comprende il vasto altopiano basaltico e calcareo della Giara, contornato da pareti scoscese e bagnato da stagni temporanei nei quali si specchia la cima di Sa Zeppara Manna.

Nel parco si trovano boschi di querce da sughero, roverelle, lecci, olivastri e formazioni di macchia mediterranea. La fama della zona è legata principalmente alla presenza di una fauna rarissima. L’area è infatti frequentata dall’unico branco esistente in Italia e in Europa di cavalli selvatici meglio noti come “cavallini della Giara”.

Si tratta di equini unici. Sono molto più piccoli del normale e la loro origine è avvolta nel mistero, particolare che accresce il fascino di questi animali robusti e tranquilli. Ma la Giara è abitata anche da molte altre specie: vi si trovano diversi cinghiali, lepri, anatre, beccacce, ghiandaie ed altri animali protetti, sull’altopiano infatti vige il divieto di praticare attività venatorie.

Accoglienti aree di sosta sono presenti nella maggior parte dei paesi circostanti la Giara di Gesturi (lo stesso Gesturi, Tuili, Setzu, Genuri, Sini, Gonnosnò, Albagiara, Assolo e Genoni). A Gonnosnò, Barumini e Tuili sono presenti le strutture ricettive e di ristorazione più importanti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *