• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Località

Una lite ha salvato la faggeta di Fonte Novello

PIETRACAMELA, Teramo — La Faggeta di Fonte Novello si trova nell’alta Valle del Venacquaro e rappresenta un biotopo unico. Un contenzioso per la proprietà del bosco tra due Comuni limitrofi (Fano Adriano e Pietracamela) ne ha inibito l’utilizzo da parte dell’uomo per lungo tempo e ha permesso la conservazione di esemplari di faggio ultracentenari (età media 250 anni) con un diametri oltre il metro e altezze oltre i 40 metri.
E’ un foresta vetusta che garantisce un’eterogeneità strutturale del bosco, sia verticale che orizzontale, creando una una maggiore diversità a livello di popolamento rispetto a foreste con regolari interventi antropici. La presenza di alberi morti crea particolari condizioni ambientali, diversificando la flora e la fauna di questi luoghi rispetto a quella di altri boschi.
La fauna è ricca e diversificata per la presenza di mammiferi (cervi, lupi, cinghiali) e di uccelli che trovano qui un habitat particolarmente idoneo come il picchio rosso minore, il picchio dorsobianco, il picchio muratore, la balia dal collare e il rampichino alpestre.
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.