• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Esteri, Primo Piano

Monte Bianco, frana la parete ovest delle Aiguilles du Dru

Versante ovest dell'Aiguilles du Dru (Photo Luc Moreau courtesy of  www.ledauphine.com)
Versante ovest dell'Aiguilles du Dru (Photo Luc Moreau courtesy of www.ledauphine.com)

CHAMONIX-MONT-BLANC, Francia – Diverse frane sono cadute sulla parete ovest delle Aiguilles du Dru, nella parte settentrionale del massiccio del Monte Bianco, nel fine settimana. Secondo le prime informazioni nessuna persona sarebbe rimasta coinvolta ma dal fondo valle si sarebbe vista una gran nube di polvere, generata da migliaia di metri cubi di roccia franata.

Nelle giornate di sabato e domenica alcuni smottamenti si sono verificati sulla parete ovest delle Aiguilles du Dru, la montagna formata da due cime, il Grand Dru di 3.754 metri e dal Petit Dru di 3.733 metri, e situata nella parte settentrionale del massiccio del Monte Bianco.

Secondo quanto riferisce l’Agenzia francese, le frane avrebbero provocato il distacco di decine di migliaia di metri cubi di roccia che hanno generato una gran nube di polvere visibile fin dal fondo valle. Il Peloton d’Haute montagne di Chamonix avrebbe effettuato alcune ricognizioni con l’elicottero sulla zona ed avrebbe escluso la presenza di persone coinvolte nei crolli.

Così come successo pochi giorni fa sul monte Pelmo (dove hanno perso la vita due uomini del Soccoro alpino di San Vito di Cadore) la causa degli eventi franosi sarebbe da imputare all’aumento delle temperature degli ultimi giorni che ha reso instabile la roccia. Fenomeni di questo tipo si sono già verificati nel 1997, nel 2003 e nel 2005. La frana del 2005 è nota  soprattutto per aver provocato la distruzione del celebre pilastro Bonatti.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.