• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Skyrunning

Pirenei, Kilian Jornet completa la traversata in 8 giorni

Kilian Jornet arriva a Llanca dopo la traversata dei Pirenei
Kilian Jornet arriva a Llanca dopo la traversata dei Pirenei (photo www.gentedigital.es)

LLANCA, Spagna — E’ di Kilian Jornet Burgada l’indiscusso record di velocità sulla traversata dei Pirenei. L’atleta spagnolo è arrivato al Mar Mediterraneo otto giorni e tre ore dopo essere partito dalle rive dell’Atlantico: una corsa a fil di cresta lunga 830 chilometri su 40 mila metri di dislivello.

“Fisicamente sono andato crescendo – ha detto alla stampa dopo l’impresa -. I primi giorni sono stati i più difficili per le gambe, poi la stanchezza è come passata. E’ stata dura ma molto emozionante: ho attraversato paesaggi intensi e indimenticabili. Quando ho lasciato Cabo Higuer non sapevo cosa mi aspettava, non ho mai corso per così tante ore e tanti giorni di fila. Ma è andato tutto bene”.

Secondo i programma, per la verità, Jornet avrebbe dovuto arrivare a Cap de Creus un giorno prima. Ma una contrattura al polpaccio sinistro lo ha costretto ad una sosta d’emergenza e ad una variante sulla tappa finale. Il campione di scialpinismo e skyrunning ha quindi concluso la sua traversata a Llanca, sulla Costa Brava, con un tuffo in mare e una serie infinita di abbracci con la famiglia e gli amici.

L’atleta spagnolo ha comunque battuto di gran lunga il record precedente, che si attestava sui 15 giorni contro i 32 dati per un escursionista normale che voglia compiere la traversata dei Pirenei a piedi, lungo i sentieri di montagna.

E ora? Jornet non ha alcuna intenzione di fermarsi. Ha in programma diversi viaggi e competizioni nei mesi estivi, prima di lanciarsi in un’altra sfida del progetto “Kilian’s quest”, che da un anno lo vede battere record su record sulle montagne del mondo. L’obiettivo sarà – ha confessato l’atleta a Desnivel – battere il record di velocità di salita e discesa dal Kilimangiaro, partendo dall’entrata del Parco.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.