• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Eventi

Ponte di Legno, in 1700 alla “Mangiaevai”

immagine

PONTE DI LEGNO, Brescia — Hanno partecipato in molti alla seconda edizione della "Mangiaevai", passeggiata gastronomica che si è tenuta sabato scorso a Ponte di Legno, in provincia di Brescia. Una giornata all’insegna di prelibatezze gastronomiche, compagnia e scenari mozzafiato tra la Valle delle Messi e la Valle di Viso, che sembra piacere sempre di più ai turisti affezionati e non.

Nonostante un pò di pioggia, tantissime persone si sono avventurate lungo il suggestivo percorso che da Ponte di legno porta a S.Apollonia, Pezzo, Case di viso e Precasaglio. Il limite di 1300 iscritti, stabilito inizialmente, è stato esteso a 1700 per accontentare il maggior numero di "golosi". E ancora in molti hanno dovuto rinunciare al piacere della "Mangiaevai".
 
C’è voluto un esercito di ben 230 volontari per far andare tutto nel modo giusto. La partenza è avvenuta alle nove in località "Silizzi", nell’aera pic nic del Parco dello Stelvio. Da lì il percorso, segnalato da frecce e cartelli, portava fino a Pezzo e Case di Viso. Lungo tutta la camminata è stato possibile gustare aperitivi, antipasti di affettati, spiedini alla griglia, spezzatino, e "calsù", i ravioli tipici della Valle Camonica caratterizzati da un gustosissimo ripieno.
 
Dopo una breve sosta alla chiesetta di Planpezzo per assaggiare il dolce degli alpini, la passeggiata si è conclusa a Precasaglio con un digestivo locale. La giornata è terminata con musica e danze folkloristiche, grazie all’intrattenitmento della banda musicale di Pezzo, al cantastorie Germano Melotti e ai "Cugini di montagna".
 
Da quest’anno l’iniziativa era gemellata con la "Stramangiada" di Poschiavo, nata sull’esempio della "Mangiaevai", e aveva il patrocinio della Provincia di Brescia, del Comune di Ponte di Legno e dei parchi dello Stelvio e dell’Adamello.
 
Greta Consoli
Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.