• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Sci, Sci alpinismo

Record per Benedikt Böhm nella traversata delle Alpi. 210 chilometri in 28 ore e 45 minuti

benedikt bohm, scialpinismo, traversata alpina, record, dynafit, beneficenzaUna foto di gruppo al termine dell’impresa di Benedikt Bohm – Foto FB @Dynafit

Tra il 9 e il 10 marzo, Benedikt “Beni” Böhm, atleta tedesco di sport endurance di montagna, ha completato la traversata delle Alpi in poco più di una giornata.

Ha impiegato infatti soltanto 28 ore e 45 minuti senza pause per completare la sua “Speed Transalp – non stop”, percorrendo con gli sci da scialpinismo un tragitto con partenza da Ruhpolding (Germania) e arrivo a Casere (BZ). 210 chilometri con 10.500 metri di dislivello.

Benedikt è partito alle sei del mattino del 9 marzo da Ruhpolding, suddividendo il tragitto in otto tappe fino a Casere, dove è giunto il 10 marzo alle 10.45, ormai allo stremo delle forze. Dei punti ristoro sono stati attrezzati a Seegatterl, Lofer, Hochfilzen, Hinterglemm, Jochberg, Neukirchen e Krimml per brevi stop and go, giusto il tempo di riscaldarsi e cambiarsi.

Il percorso è stato marcato nei giorni precedenti da alcuni atleti per consentire al tedesco di avere una marcia più spedita senza intoppi. Accanto a lui, durante la traversata, due guide alpine responsabili della sua sicurezza e pronte a intervenire in caso di emergenza.

La Speed Transalp è stata un’esperienza indescrivibile per me. Sono stremato, mi fanno male le gambe e il mio corpo ha esaurito completamente le energie. Non vedo l’ora di mettermi a letto ma allo stesso tempo sono al colmo della felicità per essere riuscito nell’impresa” – ha commentato una volta raggiunto il traguardo.

Considerando che un atleta allenato normalmente impieghi tra 3 e 6 giorni per completare il percorso, ci troviamo di fronte ad una prestazione eccezionale. Il tenace Böhm non è tra l’altro più un giovincello, ma i suoi 41 anni non hanno rappresentato un limite, riuscendo addirittura a restare sotto le 36 ore che si era prefissato inizialmente.

L’atleta tedesco si era già cimentato in una traversata alpina nel 2006, insieme ad altri cinque compagni. Anche in quella occasione era riuscito a chiudere il percorso in tempo record, in soli due giorni e mezzo con brevi soste.

Il nuovo record, raggiunto in solitaria e senza fermarsi mai, si inserisce nell’ambito di un progetto benefico, sostenuto dal suo sponsor Dynafit. Una somma parti a 13.000 euro sarà infatti donata alla onlus “Albert Schweitzer Kinderdörfer und Familienwerke”, impegnata nel supporto a bambini, ragazzi e famiglie meno fortunate.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.