• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Invernali – Ultimi aggiornamenti dal Nanga Parbat e K2

alpinismo, k2, nanga parbat, daniele nardi, tom ballard,Daniele Nardi. Foto @ Daniele Nardi

Ieri abbiamo scritto che al K2 i russi si sono mossi in questi giorni di brutto tempo per trasportare materiale a campo 1, così da essere pronti ad agire appena la finestra di bel tempo arriverà.

Anche la squadra di Txikon ha adottato ieri la stessa strategia. Ad uscire in parete sono stati Felix Criado e Ignacio de Zuloaga che hanno portato altri carichi in parete, dopo che il 9 febbraio Alex e gli sherpa vi avevano trasportato ben 96kg di materiali necessari per attrezzare la via. I due spagnoli hanno depositato tutto a circa 5950 metri, un poco più in basso di C1, a causa del forte vento.

Ora al K2 non resta altro che attendere.

Ieri anche al Nanga Parbat c’è stato movimento. Daniele Nardi e Tom Ballard hanno deciso di fare una puntata a campo 2, 5100 metri, dove al momento non ci sono tende poiché l’unica rimasta è stata smontata per non rischiare di essere danneggiata dalla neve. Una toccata e fuga quella dei due alpinisti, che sono immediatamente rientrati al campo base a causa del maltempo.

La situazione al Nanga Parbat rimane quindi in attesa che le cose migliorino. Nonostante questo, sembra che Nardi rimanga con l’umore alto e questo è già un bene, speriamo ora in un po’ di fortuna!

 

Mi sono divertito anche se è stato faticoso battere la traccia e tornare di notte, in giornata, sempre immersi nella nevicata e nella nebbia. Al rientro di notte ho festeggiato San Valentino chiamando mia moglie ed il mio piccolo e tracciando nella neve mentre cantavo “Vagabondo sono io, vagabondo che no sono altro, due piccozze si che ce le ho, speriamo che al campo base la cena sia pronta”, una versione rifatta della mitica canzone che noi tutti amanti della natura conosciamo bene.
Momenti di follia mista a divertimento mentre vagabondavo per il ghiacciaio tutto soletto mentre Tom scivolava veloce sui suoi sci, che ahimè quest’anno io non ho portato, ed io ciaspolavo nelle neve alta in piena notte”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.