• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità, Top video

Nico Favresse e Sean Villanueva. Un esilarante video musicale girato sulle montagne del Messico

Sean Villanueva, Nico Favresse, Patagonia, Messico, youtube, musica, arrampicataNico e Sean in una scena del video girata in una portaledge piena di pop corn – Foto FB @Nicolas Favresse

Eccentrici, dissacranti, spassosi. Siamo abituati a conoscerli così Nico Favresse e Sean Villanueva O’Driscoll. Una coppia inseparabile, un team perfetto nel mondo dell’arrampicata e in quello della musica.

Che siano su una vetta patagonica o ad un festival di montagna, li incontrerete sempre con flauto in tasca e chitarra in spalla. Un hobby? Assolutamente no, questi due fanno davvero sul serio!

Abbiamo incontrato i due Piolet d’Or l’ultima volta lo scorso settembre al Ladek Mountain Festival, in pantaloncini hawaiani e strumenti a seguito. Per curiosità, al termine della loro canonica performance musicale sul palco, abbiamo chiesto loro se avessero mai pensato di tenere concerti. La risposta ci ha spiazzati: “Già li facciamo!”.

E da allora ci siamo incuriositi a questo loro lato nascosto (neanche troppo). Li abbiamo seguiti “dietro le quinte” della loro vita da climber in attesa di una sorpresa che è arrivata proprio ieri: un fantastico video musicale disponibile su Youtube dal titolo “Done in R1”.

Un video esilarante girato nel Parque Ecologico La Huasteca, a Monterrey in Messico, che racconta in maniera divertente il mondo dell’arrampicata. Li vediamo alle prese con rotoli di carta igienica che ondeggiano nel vento, con pop corn che scoppiettano inondando la portaledge durante una notte tempestosa in parete. Vestiti di tutto punto per iniziare una salita e svestiti fino al limite consentito dal web, potremmo dire.

Nel testo vengono citati anche altri nomi celebri dell’arrampicata, come Tommy Caldwell e Steve House.

Prendetevi dunque 4 minuti di pausa e preparatevi a ridere dall’inizio alla fine della visione, al termine della quale, molto probabilmente, vi ritroverete a canticchiare mentalmente “no underpants, no underpants, no underpants”.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.