• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo

 

Il 2019 è stato dichiarato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali anno dello slow tourism, un’esperienza di viaggio al contempo classica e innovativaattraverso i percorsi storici, i cammini, le ciclovie, gli itinerari panoramici e quelli culturali: si tratta di tornare a promuovere concretamente i territori, le loro peculiarità storiche, le loro attrattive naturali più autentiche. Un modo di viaggiare che richiede un tipo diverso di mobilità, che presti particolare attenzione alla sostenibilità.

Il Gruppo FNM e Montagna.tv insieme promuoveranno il turismo lento legato alla montagna raccontando e passeggiando tra le località montane più suggestive.
 
bergamo, orobie, slowmountain
Foto @ Francesca Cortinovis – Montagna.TV

Bergamo, uno scrigno di storia incastonato nelle Orobie

Bergamo è una meta imperdibile per chi desidera immergersi nella cultura, ma anche nella natura che circonda la città.

Bergamo è servita dal Gruppo FNM  attraverso il servizio di car sharing elettrico E-Vai, che consente al viaggiatore di spostarsi facilmente anche nelle valli che la circondano in modo ecologico e sostenibile.

Prima però di spostarsi, vale la pena fare una passeggiata in città bassa e in città alta. Bergamo si divide infatti in due zone: una posta in basso, l’altra arroccata sui colli. Dopo aver vistato i musei, il teatro Donizetti, le botteghe della Città Bassa, si può salire in Città Alta con la caratteristica funicolare, da una delle tante scalette nascoste, oppure seguendo le Mura Venete, protagoniste dell’inconfondibile skyline e Patrimonio UNESCO, che permettono di godersi una vista impagabile, fino a raggiungere con lo sguardo anche Milano. In Città Alta, tra i borghi più belli d’Italia, ci si potrà immergere nella storia. Un consiglio: assaggiate la stracciatella della gelateria La Marianna, dove il gusto fu inventato.

Bergamo è però anche natura: montagne, boschi, laghi, fiumi, castelli possono essere scoperti modo slow anche grazie alla biciletta percorrendo le tante piste ciclabili attrezzate per adulti e bambini che consentono di immergersi gli splendidi scenari del territorio bergamasco.

La città è punto di partenza per la Val Brembana, Val Seriana, Val Imagna, Val Calepio e la Val di Scalve. Ottanta sono i chilometri di cime, creste, vallate.

Le montagne, che occupano la metà del territorio, sono il cuore della cittàe fanno parte della storia e della cultura dei bergamaschi e non solo. Un serbatoio verde ideale per il tempo libero, il riposo, le attività sportive ricompreso per buona parte nel Parco delle Orobie Bergamasche. Un paradiso per chi vuole godersi in tranquillità la natura, magari gustandosi una delle tante specialità enogastronomiche del territorio, per gli escursionisti e gli alpinisti.

A vegliare sulle montagne bergamasche, sui suoi prati, boschi, stambecchi e camosci, la Presolana, la Regina delle Orobie.

 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.