• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Invernali: Moro sommerso dalla neve, al K2 slitta l’uscita dei russi per problemi logistici. Al Nanga si attende

Anche oggi è una giornata di immobilità ai campi base delle spedizioni invernali.

Al Manaslu Simone Moro è sommerso dalla neve, che continua a scendere copiosa. La situazione non dovrebbe migliorare, almeno secondo il meteorologo di fiducia Karl Gabl, fino al 29. Non è detto però che Simone e Pemba possano passare subito all’azione, bisognerà vedere in che condizioni sarà la montagna e presumibilmente attendere che i pendii scarichino.
Tocca pertanto ancora pazientare. 


 

Al Nanga Parbat, all’ombra dello Sperone Mummery, va ora un po’ meglio. Le nevicate importanti sono ormai un ricordo e Daniele Nardi, Tom Ballard, Rahmat Ullah Baig e Karim Hayat stanno attendendo che la montagna scarichi la neve accumulata nei giorni scorsi per poter poi sfruttare al meglio la finestra di tempo stabile che, secondo il meteorologo Filippo Thiery, si aprirà dal 26. L’attesa è quasi finita. 

Daniele Nardi

Al K2 si è aperta una buona finestra meteo che dovrebbe durare 5 giorni ed infatti oggi la squadra russa si sarebbe dovuta muovere con l’obiettivo di aprire la via fino a campo 2.

Via da campo base sotto il K2 pe rio tempo russo-kazako-kirghiso

A fermarli un problema logistico: il carburante per far funzionare i generatori è terminato e così tutti i dispositivi (tra cui le radio, le torce, le telecamere, i satellitari) sono scarichi. A dare elettricità ci pensano solo i pannelli solari che però ricaricano più lentamente. L’agenzia si è già attivata ed il problema dovrebbe risolversi in poco. La rotazione di oggi è spostata quindi a domani.

Da Alex Txikon non si sa ancora nulla dal punto di vista alpinistico. Oggi, osservando i GPS, nessuno della squadra pare essersi mosso dal campo base. Ieri il basco ha pubblicato un video di circa 3 minuti (che potete vedere qui sotto) in cui ha parlato ancora solo degli igoo e dei loro benefici.

Quale sia la sua strategia per il K2 rimane un mistero che speriamo risolva al più presto, soprattutto considerando che è il 24 gennaio, sono al campo base dal 16, non è stata decisa la via di salita, l’acclimamento non ancora iniziato, è stata fatta solo un’uscita al campo base avanzato per depositare del materiale e null’altro. Siamo fiduciosi che sfrutterà i prossimi giorni di meteo stabile. 

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. La strategia di Txikon non sarà per caso lasciar sfogare i russi sullo sperone Abruzzi e poi infilarsi su pure lui da lì?…cose già viste ad esser sinceri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.