• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Natale in una truna sul Monte Bianco per Marc Batard, Ali Sadpara e Pasang Naru Sherpa

Monte Bianco, Grands Jorasses, Marc Batard, Natale, EverestFoto FB Marc Batard

Qualche settimana fa avevamo annunciato il proposito di Marc Batard di trascorrere le Festività in maniera decisamente non convenzionale, con una spedizione a cavallo tra Natale e Capodanno sul Monte Bianco insieme al nepalese Pasang Naru Sherpa e al pakistano Muhammad Ali Sadpara, che saranno anche compagni di cordata dell’alpinista francese nella salita all’Everest programmata per festeggiare i suoi 70 anni.

L’idea iniziale del trio era di trascorrere la Vigilia in vetta al Monte Bianco, a 4810 metri di quota, ma in un post apparso sulla pagina Facebook di Marc Batard, vediamo che il programma ha subìto una variazione a causa del meteo avverso.

Siamo al rifugio Torino in Italia a 3400 m nella tempesta” – si legge nel messaggio che accompagna le prime foto della spedizione di fine anno, in una delle quali li vediamo seduti nella truna in cui hanno trascorso la notte di Natale – “Domani dovrebbe tornare il bel tempo. Abbiamo in programma di salire il Dente del Gigante a 4012 metri. Considerando il rischio valanghe sceglieremo un itinerario adeguato. Ci sarà sicuramente da scavare un’altra grotta nella neve ai piedi della parete per stare meglio che in una tenda”.

Il cambio di programma non ha certo alterato il morale dei tre che, nel video che vi mostriamo, appaiono decisamente avvolti dallo spirito natalizio nel bel mezzo di una tempesta in quota, con Marc Batard addirittura vestito da Babbo Natale.

Gepostet von Marc Batard- Himalayiste-et peintre. am Montag, 24. Dezember 2018

Riusciranno a realizzare il secondo proposito annunciato nelle scorse settimane, di svegliarsi il primo giorno del 2019 sulla vetta delle Grands Jorasses?

Attendiamo fiduciosi nuovi aggiornamenti!

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Non male come soluzione.Se mi ricordo..qualche rifugio offre un pernottamento in igloo o truna..gia’predisposti nelle sue vicinanze .Sempre neve caduta abbondantemente permettendo..speriamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.