• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Curiosità, Natura, Primo Piano, Rubriche

Un gene “fantasma” dell’estinto lupo rosso riappare in alcuni canidi

texas, coyote, lupo rosso, estinzione, DNA, genetica, ibridazione, canideUn lupo rosso – Foto Christine Majul

Test del DNA effettuati su alcuni canidi dell’isola di Gavelston, in Texas, hanno rivelato la loro parentela genetica con il lupo rosso, specie estinta nella zona dal 1980 e dichiarata a rischio di estinzione nel resto del mondo.

I ricercatori della Princeton University parlano di un “gene fantasma”, presente nel DNA del lupo rosso selvatico e dei canidi texani, scomparso invece nei lupi rossi cresciuti in cattività.

Lo spunto che ha condotto a questa interessante scoperta genetica è derivato da una segnalazione del biologo e fotografo Ron Wooten, che ha contattato la ricercatrice della Princeton University Bridgett vonHoldt dopo essersi imbattuto in un gruppo di esemplari dall’aspetto simile al lupo rosso, sull’isola di Galveston. Molto spesso simili avvistamenti conducono alla conclusione che si trattasse semplicemente di coyote, ma la vonHoldt ha deciso di dare fiducia a Wooten, procedendo con un’analisi genetica di un campione fornito dal biologo.

Il DNA dei canidi è stato messo a confronto con quello del coyote, del lupo grigio, del lupo orientale e del lupo rosso cresciuto in cattività, rivelando un’elevata condivisione di geni con il lupo rosso e la presenza di un gene assente nei canidi del Nord America, compreso il lupo rosso in cattività.

Lo studio, pubblicato sulla rivista Genes, ipotizza dunque che i canidi dell’isola di Gavelston derivino da una ibridazione passata tra il coyote e l’estinto lupo rosso.

Articolo precedente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.