• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Curiosità, Primo Piano, Rubriche

Un hangar alieno sui monti del Nevada?

Tyler Glockner, secureteam10, youtube, google earth, cospirazione, UFO, area 51, Bob LazarL’hangar alieno scoperto da Tyler Glockner in Nevada

Un teorico della cospirazione ha dichiarato l’esistenza di un hangar alieno nascosto nelle profondità delle montagne del Nevada.

Tyler Glockner, autore di SecureTeam10, un canale YouTube noto da diversi anni sul web che pubblica frequentemente video di presunti avvistamenti UFO, afferma di aver individuato tre aperture bizzarre sulle montagne mentre perlustrava una zona del deserto del Nevada su Google Earth.

Le alture interessate dalla scoperta risultano essere non lontane dall’Area 51, la nota base militare e sperimentale da tempo al centro di teorie cospirative per quanto riguarda l’argomento UFO e alieni, situata nei pressi del villaggio di Rachel, a circa 150 km a Nord Ovest di Las Vegas e gestita come distaccamento dell’Air Force Flight Test Center della base aerea di Edwards.

Tyler ha pubblicato su SecurTeam1o un video descrittivo della sua scoperta – di cui vi mostriamo le immagini salienti – riprendendo le affermazioni del più noto collega cospirazionista alieno Bob Lazar. Ha difatti affermato di vedere “tre grandi porte dell’hangar” che potrebbero estendersi per alcune miglia nel terreno, aggiungendo che questi nuovi hangar abbiano una struttura simile a quelli rappresentati nelle illustrazioni artistiche basate sulle descrizioni fatte da Lazar negli anni ’80. Secondo quest’ultimo gli alieni avrebbero mimetizzato degli UFO sui fianchi delle montagne nell’area prosciugata del Papoose Lake.

Stranamente la posizione indicata da Lazar trenta anni fa corrisponde a quella identificata da Tyler nel suo video che, caricato su Youtube la mattina del 12 dicembre 2018, ha già conquistato più di 360.000 visualizzazioni (per il video completo clicca qui).

Che sia il momento di occuparci anche di alieni montanari? Chissà!

 

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.