• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Primo Piano, Rock

Nina Caprez rinuncia a The Nose con Lynn Hill

The Nose, El Capitan, Yosemite, Nina Caprez, Lynn HillFoto FB @Nina Caprez

Nina Caprez ha annunciato sul suo profilo Instagram la decisione di abbandonare l’impresa di salire The Nose, dando già ad intendere che ritenterà l’anno prossimo traendo insegnamento dall’esperienza unica vissuta quest’anno in compagnia di Lynn Hill, che ha scelto di accompagnare la giovane Nina su El Capitan in Yosemite per festeggiare nel migliore dei modi il 25esimo anniversario dalla sua prima salita in libera di The Nose.

View this post on Instagram

What do I need to do better in the Nose next year? The answer is pretty much straight forward: More finger power and body core. Short: I need to be stronger. Those kind of projects are more or less the foundation and motivation of my life. I know what I have to do and where I wanna go. Thanks @jan_novak_photography for this photo on my very last day in the route that year. El Cap, please don’t move, I have some undone business up there! Huge congrats to Connor and @keitakurakami for their send after such a long investment! Good luck to my friends @babsizangerl and @jacopolarcher It’s so awesome to see that 25 years after @_linacolina_ free ascent, the route is still glory and so damn hard! Lynn, you were way ahead everyone. Again, respect… #noseproject #yosemite #bigwall #itgoesboys @arcteryx @petzl_official @scarpaspa @msr_gear @lyofood @hard.bar @hydroflask

A post shared by Nina Caprez (@ninacaprez) on

Non so come andrà a finire questa storia ma posso dire che sto vivendo un sogno” – così scriveva un mese fa la Caprez in uno dei numerosi post che hanno consentito ai fan di seguire le due climber in un’avventura da vere amiche, con tanto di momenti goliardici al termine di una giornata di duro lavoro in parete, come un bel bagno senza costume o una birra in compagnia.

View this post on Instagram

Best thing after climbing a big wall: taking a swim in the cold river and drinking a beer in the meadows. Climbing 98% free of the Nose together with @_linacolina_ over the last 3 days has been a total blast! I’m getting there, still need to work a little bit on those 4 meters in changing corners, but you can’t believe how satisfied I feel so far by freeing every other pitch. Sending the great roof felt sooooo good! Lynn has been gorgeous; elle a simplement la grande classe. I’m going to write another blog about those 3 days of pure celebration of the 25th anniversary of the first free ascent. Stay tuned! An enormous thanks to @bliptzin , @jonglassberg and our crew for capturing those days on the wall and for the big encouragements! The time with my partner Lynn is over now. We spent an entire month together; went through ups and downs and became friends. Lynn, thanks for everything!!! #lovelife #yosemite #noseproject @scarpa_spa @scarpana @petzl_official @arcteryx @lyofood @msr_gear @hard.bar

A post shared by Nina Caprez (@ninacaprez) on

Un sogno che non si è concluso nel modo sperato ma che ha consentito a Nina di comprendere cosa migliorare per ritentare l’impresa nel 2019.

Dovrò essere più forte. So bene cosa devo fare e dove voglio arrivare”- afferma energica nel suo post di arrivederci, per poi aggiungere – “El Cap, per favore non muoverti, ho qualche faccenda in sospeso quassù!”.

Tra le tante emozioni che emergono dalle righe che accompagnano la sua foto sorridente in parete, scattata l’ultimo giorno di salita dal fotografo Jan Novak, anche ammirazione per il quindicenne Connor Herson e per Keita Kurakami, che hanno completato la salita in libera di The Nose la scorsa settimana e un augurio per Jacopo Larcher  e Barbara Zangerl, giunti a Yosemite il 14 novembre e arrivati su The Nose pochi giorni fa, incontrando così Lynn Hill e Nina Caprez che si è resa autrice del primo scatto che li ritrae impegnati in parete, pubblicato da Larcher sulla sua pagina Facebook.

È stupendo vedere che 25 anni dopo la prima salita di Lynn Hill, questa via è ancora piena di gloria e dannatamente complessa” – conclude Nina – “Lynn, eri molto avanti rispetto a tutti. Ancora una volta, tanta stima!

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.