• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cultura, Curiosità, Fotografia, Natura, Primo Piano, Rubriche

The comedy Wildlife Photography Awards 2018. Tutti gli esilaranti scatti finalisti

fotografia, wildlife, The Comedy Wildlife Photography Awards, winnersLo scatto vincitore dell’edizione 2018: “Caught in the act” – Mary McGowan

Animali selvatici in pose simpatiche e situazioni esilaranti, al limite dell’assurdo. Questi i protagonisti annuali del The Comedy Wildlife Photography Awards, uno dei concorsi di fotografia naturalistica più apprezzati sul web.  Vincitore indiscusso dell’edizione 2018 è lo scatto “Caught in the act” (trad. “colto sul fatto”) di Mary McGowan che ritrae uno scoiattolo che sembra puntare le zampe in alto come in un film poliziesco o forse voler fermare qualcosa che sta per travolgerlo. Addirittura c’è chi ha voluto vedere in questo strepitoso scatto un mago intento nel lanciare un incantesimo, un direttore d’orchestra o un parcheggiatore. Un concorso che stimola dunque la fantasia e strappa risate agli spettatori.

La talentuosa McGowan ha vinto, oltre al titolo di vincitrice del The Comedy Wildlife Photography Awards 2018, un viaggio in Kenya e un trofeo fatto a mano da uomini e donne della Tanzania affetti da disabilità.

Il concorso fotografico, giunto alla sua quarta edizione, nasce come idea di Tom Sullam e Paul Joynson-Hicks, due fotografi naturalisti appassionati in particolare di fauna selvatica, per divertire la collettività con immagini spassose “rubate alla natura” ma soprattutto per stimolare alla conservazione della biodiversità. Il The Comedy Wildlife Photography Awards è infatti partner di enti e associazioni impegnati nella tutela degli animali in tutto il mondo.

14 in  totale le fotografie premiate a partire da oltre 40 scatti finalisti (per la gallery completa clicca qui), selezionati a loro volta tra migliaia di immagini inviate nel corso dell’anno.

Qui di seguito vi  mostriamo tutti gli scatti vincitori dell’edizione 2018.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.