• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Valanga sulle Alpi Cozie, concluse le operazioni di soccorso

Valanga, Alpi Cozie, Sestriere, Soccorso Alpino

AGGIORNAMENTO

Il Soccorso Alpino ha terminato la bonifica dell’area interessata dalla valanga. Sono stati utilizzati apparecchi Artva e cani da ricerca per perlustrare la zona interessata. Fortunatamente, oltre ai due scialpinisti riusciti a mettersi in salvo da soli, nessun’altra persona è stata coinvolta dal distacco. A dare l’allarme sono stati gli stessi sciatori.

Nella zona si è verificata un’abbondante nevicata che, sopra i 2500 metri, ha portato a 80 centimetri di deposito.


Una valanga si è staccata dal Colle della Rognosa di Sestriere, in Val Chisone, coinvolgendo un numero ancora imprecisato di persone. Probabilmente si tratta di una decina di scialpinisti, due dei quali sarebbero già riusciti a mettersi in salvo autonomamente.

L’allarme è pervenuto intorno alle 13.30 con chiamata al numero unico di emergenza 112. Al momento squadre del 118, del Soccorso Alpino e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza stanno tentando di raggiungere il luogo dell’emergenza, con i cani da ricerca.

 

Non si tratta del primo intervento del soccorso in giornata sulle Alpi Cozie, un uomo è stato infatti portato in salvo dopo essere stato travolto da una slavina staccatasi dal Viso Mozzo (3019 m), nel gruppo del Monviso. L’uomo, che si trovava con altri due compagni, è stato elitrasportato all’ospedale Santa Croce di Cuneo in codice verde mentre i compagni stanno procedendo la discesa in autonomia assistiti dagli uomini del Soccorso Alpino.

 

Seguiranno aggiornamenti.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Quanta fretta!!Almeno aspettare un primo assstamento del manto.
    Bisognerebbe intervistare i malcapitati per sapere cosa li ha spinti a scattare come molle…sempre educativo per tutti..ed anche cosa passa per la mente ai soccorritori, senza censure.
    In altre localita’, con aficionados pronti…gran delusione : neve sciolta da pioggia , pure quella costosa sparata nei precedenti giorni freddi.

  2. …..ma possibile che alla prima neve ci siano già i primi incoscienti….mai sentito parlare di assestamento…..perché non attendere un minimo….. è proprio vero che molti considerano la montagna una palestra…purtroppo però la palestra per molti è una condizione….mentale !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.