• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Outdoor, Primo Piano, Rock

Just Do It, sull’iconica via il ventesimo 8c+ a vista per Adam Ondra

Adam Ondra, just Do It, Smith Park, OregonFoto @ Bernardo Gimenez

Dopo aver visto fallire la scorsa settimana il sogno di salire la via Salathè su El Capitan, Adam Ondra ha conquistato un degno premio di consolazione portando a compimento la prima salita a vista di  Just Do It (8c+) a Smith Rock in Oregon, USA.

Una via chiodata dal pioniere dell’arrampicata sportiva di Smith Rock Alan Watts nel 1989 e salita per la prima volta dal francese Jean Baptiste Tribout nel 1992, considerata per anni la via più difficile del Paese finchè nel 1997 Chris Sharma non ha aperto Necessary Evil, in Nevada.

Lo scorso weekend Ondra ha annunciato la grande impresa sul suo profilo Instagram. “Just do it è una via così iconica. Il primo 8c+ in America che sale lungo la parte centrale della parete est della Monkey Face. Sono estremamente entusiasta di averla completata oggi nel miglior stile possibile – a vista.

Prima di trasferirsi in Oregon e tentare Just Do It, in preparazione all’attacco della Salathè, obiettivo principale del suo viaggio autunnale a Yosemite, Adam si è scaldato su uno dei più interessanti diedri della valle, il Book of Hate di Randy Leavitt (8b), seguito da una salita a vista della fessura Cosmic Debris (8a) e dalla ripetizione del boulder di Chris Sharma Dominator (V13/8b). Nonostante il grande sforzo compiuto lungo la Salathè in compagnia del belga Nico Favresse, Onda è stato costretto ad arrendersi alle difficoltà e alla stanchezza sulla parte finale della via.

Spostatosi quindi verso nord nello Smith Rock Park, non ancor sazio di avventure, è riuscito nell’impresa di salire a vista con due tentativi la via To Bolt or Not To Be (8b+), linea sorella di Just do it, chiodata anch’essa da Watts e salita da Tribout. Il suo sguardo è stato quindi catturato da altre classiche: Dark Side of the Moon, Chain reaction, Scarface (8b+) e White Wedding (8b+), tutte salite a vista con successo.

È il turno di Just do it? Non ancora.

Adam ha infatti compiuto una seconda ascesa della via Assassin (9a) aperta nel 2016 dal talentuoso Drew Ruana, prima di raggiungere la parete est della Monkey Face.

Just do it è stata oggetto di interesse da parte di numerosi climber di alto livello, da Ruana a Parige Claassen e Jonathan Siegrist, un punto di riferimento dal 1992 per l’arrampicata in Oregon. Ma in pochi avevano pensato di salirla a vista. L’impresa eccezionale compiuta da Ondra rappresenta anche il suo ventesimo 8c+ a vista, una conquista che sulla base di quanto dichiarato su Instagram, non ha saziato la sua voglia di esplorare le pareti di Smith Rock: “Ci sono ancora progetti futuristici da compiere, vie chiodate negli anni ’80 che Alan (il mitico Watts, incontrato casualmente negli scorsi giorni a Smith Rock, ndr)  mi ha mostrato e che ancora aspettano di essere salite”.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.