• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Natura, Primo Piano

L’eccezionale video del branco di lupi ripreso sull’Altopiano di Asiago

Un branco di undici lupi durante l’ondata di maltempo sull’Altopiano di Asiago. E’ destinato a diventare virale l’eccezionale video pubblicato su Facebook da Enrico Ferraro, biologo con una grande passione per la fotografia, che da tempo segue gli spostamenti dei lupi sull’altopiano.

Il branco è stato immortalato con una fototrappola durante la tempesta che ha causato grossi danni nel nordest. “Si tratta di un branco alle terza riproduzione“, spiega Ferraro all’ANSA. “I cuccioli – aggiunge – inizialmente erano 9, con almeno 5 adulti, forse 6, forse qualche cucciolo è morto. Non è perciò certo che gli undici nel video siano realmente tutti i lupi del branco“.

Si tratta di una cucciolata particolarmente numerosa, anche se non è l’unico caso registrato. E’ più facile in questi primi anni in cui la densità di branchi nel nordest è ancora relativamente bassa“, spiega il biologo che con un gruppo di appassionati monitora in maniera volontaria i lupi e passa i dati alla Regione Veneto.

Articolo precedenteArticolo successivo

3 Comments

  1. Ed è così che per cibarsi tutti questi lupi predano ogni notte e pure di giorno pecore, asini, vitelli e mucche, a danno di pastori e contadini, con conseguenze perfino sulla produzione di latte, dato che questi poveri animali sono talmente terrorizzati dalle continue incursioni nei greggi e nelle mandrie che ne producono molto meno. E il fatto che ste povere creature vengono sbranate vive, urlando disperate, non frega a nessuno. Anche i cani da guardiania spariscono, in altopiano. Tutto perché qualche “scienziato” si è inventato che i lupi debbano essere protetti al di sopra di tutto. Vengano in altopiano, vedano com’è la realtà del territorio, e poi se li portino a casa loro, i lupi.

    1. Quello che dici forse è vero ma allora diciamola tutta: agricoltura e pastorizia fanno danni all’ambiente e a noi molto elevati, così come molte produzioni industriali. Sicuramente di più dei danni arrecati dai lupi. Facendo questi esempi dovremmo diventare tutti men che vegani. Se c’è un problema bisogna affrontarlo con intelligenza non con barricate ideologiche o salva interessi personali. Che i lupi siano tornati una presenza per il patrimonio ecologico italiano è una grande notizia. che si studino gli habitat, non che si ritorni a 100 lupi in tutta Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.