• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Attualità, Natura, Primo Piano

Il Ministro per l’ambiente Costa: “Assolutamente contrario agli abbattimenti dei lupi”

lupi, costa, ambiente

Sono assolutamente contrario agli abbattimenti dei lupi. C’è però la necessità di integrare il rapporto fra lupo e allevatore. Il piano lupo lo stiamo scrivendo”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (M5S), intervenendo al congresso di Federparchi a Roma, che aveva già espresso la sua contrarietà dopo l’approvazione delle leggi trentine e altoatesine, tanto che il Governo le ha impugnate davanti alla Corte Costituzionale. 

Le 22 azioni di mitigazione previste nel testo che non è stato approvato nella scorsa legislatura le sposiamo – ha aggiunto il ministro -. Ma vogliamo aggiungerne altre. Per fare un esempio, in Trentino i lupi danno problemi diversi da valle a valle. Non si può generalizzare gli interventi. Stiamo lavorando con i valligiani per definirli in ogni zona“.

Sia chiaro però che i lupi sono una cosa, i cani inselvatichiti e gli ibridi cane-lupo sono un’altra – ha detto Costa -. I cani e gli ibridi non sono di competenza del mio Ministero, ma delle Regioni e delle Asl. Se i danni al bestiame sono tanti, e i lupi sono pochi, c’è qualcosa che non quadra“.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. Nello Yellowstone i cacciatori preferivano i cervi: tornare con la carcassa legata sul cofano del fuoristrada, e issare la testa e le grandi corna sul muro del salone. Così le autorità hanno fatto sterminare fino all’ultimo lupo. II cervi sono aumentati, fin troppo; sparivano i germogli, i boschi. Sono stati chiamati abbattitori, senza risultato. Poi sono stati importati lupi canadesi. Il numero dei cervi è tornato al livello di prima e quello di lupi, anche. La natura si sa gestire. Solo le teste marce, no.

    1. E’vero !
      La natura si sa gestire … basta lasciarla fare …
      – ci distruggerà la casa con le esondazioni dei corsi d’acqua abbandonati a se stessi
      – o ci affogherà i figli in centro al paese
      – o ci sepellirà sotto la frana di una costa abbandonata a se stessa
      – o ci farà cadere sulla testa un albero intoccabile da 30 anni
      – e per la fame di misero denaro, elargito dall’Europa, lupi e orsi infesteranno le zone che l’uomo con fatica aveva strappato alla montagna
      – etc.
      Basta lasciar fare alle teste fine … e ai politici …
      ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.