• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Curiosità, Primo Piano

In Alaska, nel Katmai National Park, il curioso concorso per votare l’orso più grasso dell’anno

Ogni anno in Alaska, nel Katmai National Park and Preserve, uno dei parchi con una maggiore concentrazione di orsi, ad ottobre si vota per eleggere l’orso più grasso dell’anno. Quest’anno vincitrice indiscussa è Beadnose, che però ha dovuto lottare con un agguerrito e pingue 747.

Le votazioni sono avvenute sulla pagina Facebook del parco mettendo like alla foto preferita in cui il plentigrado era immortalato a giugno, subito dopo l’uscita del letargo, e a settembre, appena prima di rientrarci.

L’ingrassamento è indubbiamente notevole, ma, fanno sapere dal parco, del tutto normale: è infatti fondamentale per gli orsi accumulare più grasso possibile in vista dell’inverno, quando perderanno circa un terzo della loro massa corporea. In preparazione di questa stagione, nel periodo che precede il letargo, l’animale presenta la cosiddetta “iperfagia”, una fase di alimentazione frenetica consente all’orso di incrementare il proprio peso anche di mezzo kg al giorno a fronte di una quantità di materiale ingerito che può arrivare a 15 kg/giorno. Il grosso aumento di peso è quindi sintomo di buona salute. 

Se questa estate le vacanze le avete passate in montagna, ma ogni volta che arrivavate al rifugio polenta e vino rosso non mancavano e così avete messo, nonostante l’aria aperta e l’attività fisica, un po’ di pancetta, d’ora in avanti avete una buona scusa. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.