• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Arrampicata sportiva, Primo Piano, Sport

Olimpiadi, Filip Schenk sfiora il bronzo. Le prime medaglie d’oro dell’arrampicata a Giappone e Austria

olimpiadi, buenos aires, arrampicataFoto @ IFSC Facebook

Solo due punti hanno separato dalla medaglia olimpica Filip Schenk, che ha terminato la combinata al quarto posto, poco sotto al francese Sam Avezou. Il 18enne della Valgardena si è piazzato quarto nella prova speed, secondo nel boulder – la sua specialità- e quarto nella lead. Buoni risultati, ma che non sono bastati a garantirgli il terzo gradino del podio che Avezou riesce a conquistare grazie alla splendida prova di velocità dove è arrivato primo (quinto invece nel boulder e ultimo nella lead). Oro e argento invece vanno entrambi in Giappone rispettivamente a Keita Dohi, che ha fatto tre ottime gare, e al compagno Shuta Tanaka.

Se il Paese del Sol Levante ha dominato le gare maschili, l’Austria ha fatto altrettanto nelle femminili con oro e argento per le atlete Sandra Lettner e Laura Lammer, argento invece per la slovena Vita Lukan (che ha totalizzato i medesimi punti della prima, ma che scende di un gradino dal podio essendo stata battuta dall’austriaca in due delle tre gare).

L’Italia si è invece piazzata decima con Laura Rogona che ha scontato soprattutto la prova di velocità.

Nonostante il dispiacere per la medagli sfiorata, quella argentina è stata una prova ampiamente superato sia dalla nazionale giovanile italiana, sia dall’arrampicata sportiva, che per la prima volta debuttava come disciplina olimpica e che è stata seguita con attenzione e passione dal pubblico di Buenos Aires e non solo. Prossimo appuntamento Tokyo.  

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.