• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Cultura, Curiosità, Fotografia, Natura, Nord America, Primo Piano, Rubriche

Un orso disperso tra i rifiuti, lo scatto simbolo di Troy Moth

Troy Moth, Ontario, Canada, Orso, rifiutiFoto Troy Roth

Una foto che sembra un dipinto dell’orrore quella che ha scattato il fotografo canadese Troy Moth. Una foto cruda, che ha fatto titubare anche il fotografo per l’incredibile devastazione a cui si è trovato davanti durante questa esperienza in una remota zona dell’Ontario (Canada). “Una volta arrivato in quel luogo incredibile non riuscii a scattare. Il giorno dopo decisi di tornare, ero più preparato ad affrontare quella situazione” ha scritto Moth come didascalia alla foto pubblicata sui social.

Si tratta di un momento particolarmente toccante in cui un orso, che appare in pessime condizioni di salute, sta rannicchiato al centro di una vasta discarica di rifiuti. Il contrasto della foto è qualcosa di incredibile. Da una parte al wilderness, la natura selvaggia e incontaminata con foreste che si perdono all’orizzonte e un cielo immenso; dall’altra parte la distruzione umana. “È sicuramente la fotografia più straziante che io abbia mai scattato” ha dichiarato Moth. “Ho pianto quando ho scattato la foto, ho pianto quando ci ho lavorato” ha aggiunto.

“Il tema dell’apocalisse è molto evidente in questa fotografia. L’ho percepito quando ho preso la fotocamera e ho scattato la foto. Mi trovavo in un luogo isolato, non c’era nulla per miglia e miglia, solo rifiuti e natura spiega il fotografo rimasto fortemente impressionato da questa vista, da tutta questa distruzione “invisibile” all’occhio umano finché qualcuno la immortala per sempre su pellicola.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Al Ngorongoro, dopo ogni pasto, un cameriere in divisa lascia una carriola di rifiuti a una certa distanza; dopo un po,’ cautamente, qualche Masai poco fortunato appare e rovista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.