• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano, Sci

Piste da sci troppo invasive sulla Sellaronda, il sindaco di Livinallongo lancia un ultimatum

© Dmitry A. Mottl

Le piste da sci sono troppo invasive, non c’è più spazio per una via che porti al paese. Questo, in sostanza, il punto fatto dal Comune di Zorz, frazione di Livinallongo, alla società Sit Boé, che gestisce gli impianti sciistici nella zona della Sellaronda.

A lanciare l’ultimatum è il Sindaco di Livinallongo Leandro Grones, che nell’ultima delibera del consiglio comunale ha affermato categorico: “O si trova un accordo o saltano le concessioni dei terreni“. Se dovesse rendersi necessaria, la misura scatterà a partire dal prossimo aprile.

Al centro della polemica è la strada che porta alla frazione di Zorz, che la continua espansione del terreno affidato dal Comune alla Sit Boé si è portata via, inglobandola nella superficie utilizzata per le piste da sci. La società ha da poco chiesto il mutamento di destinazione di altri 64.000 metri quadri di terreno, teoricamente destinati ad un uso civico. Diversi consiglieri hanno quindi deciso di affrontare il problema, decisione che ha portato all’ultimatum del Sindaco.

Nei mesi più freddi la frazione è completamente isolata, con l’unica via d’accesso ricoperta dal manto nevoso. L’unico modo per scendere a valle è con gli sci. La questione è in sospeso da anni e questa nuova richiesta da parte della Sit Boé non ha fatto altro che inasprire il dibattito. Date le nuove condizioni imposte da Grones, se entro il prossimo aprile non verrà trovata una soluzione in favore della frazione di Zorz, la strada verrà riaperta e le piste, di fatto, interrotte per garantire agli abitanti del piccolo comune i diritti che la società si è indebitamente portata via.

Articolo precedenteArticolo successivo

2 Comments

  1. basta fornire ai frazionisti un quad cingolato, una motoslitta con cabina chiusa e riscaldata e slittone trainato…o alcuni passaggi con battipista in ore di chiusura agli sciatori. Invece di spostare neve, la si sormonta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.