• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Il Piemonte mette un freno alle moto in montagna

Il Tribunale Civile di Torino ha da poco confermato la legittimità di una delle più discusse norme contenute nella Legge Regionale n. 32/82, con la quale la regione vieta il transito di veicoli a due ruote motorizzati sui sentieri di montagna (a meno di espressa autorizzazione dei comuni interessati).

La legge era in sospeso da tempo in quanto ritenuta in contrasto con il codice della strada: se si classificano i sentieri di montagna come strade, il divieto di percorrenza è consentito solamente se segnalato da appositi cartelli. La situazione si è sbloccata a seguito di una disambiguazione della normativa, che identifica quella delle moto sui sentieri di montagna come una questione di salvaguardia del patrimonio naturale e ambientale della regione, fattore che legittima il divieto. Le segnalazioni sono obbligatorie solo per piste e strade di montagna.

Le attività di trial saranno ancora permesse in tutte quelle località che hanno adibito negli anni appositi percorsi ai mezzi a motore, seppur nel rispetto dell’ambiente.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.