• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Liv Sansoz conquista tutti e 82 i Quattromila delle Alpi

Liv Sansoz, alpinismo, Ueli Steck© Liv Sansoz

Si è conclusa nel weekend l’avventura durata oltre un anno della quarantunenne alpinista francese Liv Sansoz, che l’ha portata a conquistare tutte e 82 le vette oltre i 4.000 metri delle Alpi. La sua sfida era partita nel 2017, solo due anni dopo la stessa impresa compiuta dalla Swiss Machine Ueli Steck, che aveva conquistato tutti i Quattromila in soli 62 giorni.

La campionessa francese, più volte medaglia d’oro nell’arrampicata, si era concessa un margine più permissivo di 12 mesi. Decisa a realizzare le salite e le discese con il solo ausilio di sci e parapendio, l’atleta ha cominciato lo scorso marzo a macinare metri di dislivello, partendo dal Gran Paradiso e procedendo a ritmo sostenuto. Salendo verso la cima numero 38 però, l’Aletschhorn sulle Alpi svizzere, ha subito un brutto infortunio al ginocchio cadendo in un crepaccio a pochi metri dalla vetta.

Quasi due mesi di stop, causati dall’infortunio e dal forte shock per la notizia della scomparsa dell’amico e modello Ueli Steck, hanno tenuto la Sansoz lontana dalle vette. Una volta ripartita però, è tornata esattamente dove si era fermata, sull’Aletschhorn e ha ripreso a salire. a marzo di quest’anno, allo scadere dei 12 mesi previsti, aveva scalato 76 delle 82 vette.

Nelle ultime settimane sono arrivate anche le ultime 6 vette che mancavano all’appello. L’Aiguille Blanche de Peuterey (4.112 m) e il Grand Pilier d’Angle (4.243 m), conquistati l’11 settembre insieme a Roger Schaeli, hanno chiuso definitivamente il cerchio, portando la scalatrice a conquistare tutti e 82 i Quattromila delle Alpi, prima francese e una delle pochissime donne al mondo ad aver raggiunto l’obiettivo. “Che sensazione e quanta felicità!“, ha commentato semplicemente la Sansoz sui social. Anche se fuori tempo massimo a causa dell’infortunio e della conseguente battuta d’arresto, l’atleta ha dimostrato tutta la sua costanza e decisione portando ugualmente a termine la sfida.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.