• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

Fine delle limitazioni al Passo Sella, rimane in dubbio l’efficacia della misura

Passo Sella, Dolomiti, Altopiano del Cansiglio© Wikaly17

Sono rimaste attive dal 23 luglio al 31 agosto le discusse misure che prevedevano limitazioni d’accesso al Passo Sella. Un pass gratuito consentiva l’entrata dei veicoli nella zona, contingentata dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 16, fino al raggiungimento di un tetto massimo giornaliero. Ora è tempo di tirare le somme e, soprattutto, di capire se i benefici riscontrati dal punto di vista ambientale valgono l’impatto sull’attività turistica locale.

Non sono ancora disponibili i dati ufficiali completi per tutta la stagione, dal momento che il periodo di sperimentazione si è concluso da pochi giorni ed è stato piuttosto esteso. Le informazioni diffuse fino ad ora comunque, aggiornate a Ferragosto, mostrano un calo del traffico motorizzato del 15% rispetto allo scorso anno, quando l’accesso al passo nello stesso periodo era stato limitato solamente per un giorno la settimana. Questo potrebbe apparire come un buon compromesso, dato che la limitazione in ben 5 giorni la settimana, contro l’uno solo del 2017, non ha comunque impedito a troppi potenziali visitatori di raggiungere la meta turistica.

Se però si paragonano le cifre di quest’anno con quelle del 2016, quando nessuna misura restrittiva era in azione, ci si trova di fronte ad una differenza di affluenza pari al 27%. Questo può significare che, già con la pur limitata disposizione della stagione passata, si fosse venuta a creare una situazione che scoraggiasse l’afflusso di persone verso la zona.

Per sapere con certezza se il provvedimento sia veramente efficace e non si limiti ad allontanare i turisti a danno delle attività locali, bisognerà attendere i dati definitivi riguardanti tutto il periodo di limitazione. “Il nostro obiettivo era soprattutto sperimentare delle modalità tali da spingere la gente a usare di più il trasporto pubblico – ha affermato commentando i dati l’assessore trentino all’ambiente e alle infrastrutture Mauro Gilmozzie quindi voglio capire come è andata“.

Articolo precedenteArticolo successivo

3 Comments

  1. Una sola, unica e semplice misura. Test acustico dei veicoli prima di andare sul passo. Sopra x decibel a medio regime te ne torni indietro…
    Alla fine chi davvero rompe sono le moto…

  2. Faciamus experimentum in corpore vili.
    un tempo i farmaci e le cure si sperimentavano sui poveracci di poco conto..cosi’ se avesse avuto successo il merito se lo sarebbe attribuito il medico o farmacista.In caso contrario la sofferenza o mote del plebeo non avrebbefatto clamore, anzi…”complicazioni per causa naturale” e niente risarcimenti.
    Glie sercenti di rifugio e parcheggio avaveno gia’ fatto il confonto incassi in ugual periodo con anno precedente.Altri rifugi in altre zone hanno gettato la spugna e disdetto il contratto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.