• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca nera, Top News

Monte Bianco, recuperato il corpo senza vita di uno dei tre alpinisti dispersi. E’ Luca Lombardini

Monte Bianco, cronaca neraFoto @ Aostasera

Di poco fa la notizia del ritrovamento dei corpi dei tre alpinisti torinesi dispersi da oltre due giorni nel massiccio del Monte Bianco nella zona dei Grands Montets. Grazie ad un intervento coordinato dal Peloton de Gendarmerie de Haute Montagne di Chamonix-Mont-Blanc, in collaborazione con il soccorso alpino della Guardia di Finanza, è stato recuperato il corpo di Luca Lombardini.

Anche i corpi della fidanzata Elisa Berton e del fratello Alessandro Lombardini, a sua volta militare del Soccorso alpino della Guardia di Finanza di Bardonecchia, sono stati individuati, ma il luogo sta rendendo difficile il recupero. Pare che i tre siano precipitati. Il corpo era nella crepacciata terminale della Petite Aiguille Verte (3.512 metri), lungo la destra orografica, sul versante dell’Aiguille d’Argentière. Sopra si trova una parete di circa 300 metri da cui in queste ore si verifica una continua caduta di materiale. Una zona pericolosa per i soccorritori, che dunque hanno potuto effettuare il recupero solo in elicottero e con il verricello, agganciando il corpo e tagliando la corda con cui verosimilmente era legato agli altri due. 

La zona è stata circoscritta grazie all’individuazione di un segnale gps trasmesso da un dispositivo elettronico dei tre alpinisti.
Il corpo di Luca Lombardini è stato trasportato nella camera mortuaria di Chamonix, dove è stato riconosciuto ufficialmente.
Le operazioni di recupero al momento sono sospese. Riprenderanno nei prossimi giorni a cura del Peloton de gendarmerie d’haute montagne di Chamonix

I tre erano stati avvistati martedì mattina alla stazione della funivia dei Grands Montets e le ricerche proseguivano da giorni, interrotte e riprese più volte a causa del maltempo. Erano stati utilizzati droni ed elicotteri, oltre ad un’apparecchiatura apposita per tentare di agganciare il segnale del cellulare dei dispersi, in modo da individuarli. Ora si attende che i soccorsi recuperino anche i corpi degli altri due dispersi.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.