• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Cronaca, Primo Piano

Furto nella stazione del Soccorso Alpino. Rubate anche le divise, si temono truffe

La Stazione MonteFalco del CNSAS, in Emilia Romagna, ha subito un’effrazione nella sede di Civitella di Romagna. Un gesto ignobile, come definito dallo stesso Soccorso Alpino, che ha visto coinvolti anche gli spazi della Protezione Civile e dell’Auser, presenti nello stesso stabile.

Sono state rubate attrezzature tecniche di soccorso e uniformi del corpo nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico, il timore è che possano venire utilizzate da malintenzionati a scopo di raggiro, magari chiedendo soldi a nome dell’associazione o comunque fregiandosi del nome del CNSAS, in tal caso la popolazione è invitata ad assicurarsi dell’identità dei volontari ed eventualmente avvisare le forze dell’Ordine in caso si tratti di malintenzionati.

La cosa che piú lascia l’amaro in bocca, non sono i materiali rubati e i danni recati alla sede, quanto il fatto che siano state colpite associazioni di volontariato, che hanno come unico scopo quello di aiutare persone in difficoltà e di sostenere la comunitá con impegno e dedizione, solo per passione e vocazione, senza fini di lucro“. Purtroppo non è l’unico caso verificatosi in Emilia Romagna e su territorio nazionale ai danni del Soccorso Alpino.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.