• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Ambiente, Attualità, Film, Primo Piano

Il ghiacciaio di Interstellar rischia di scomparire

Interstellar, ghiacciaio, SvínafellsjökullIl ghiacciaio come paesaggio extraterrestre nel film, © Warner Bros.

Si chiama Svínafellsjökull, si trova in Islanda, ed è il ghiacciaio immortalato sulla pellicola di Interstellar, il celebre film di fantascienza del 2014 diretto da Christopher Nolan che ha incassato oltre mezzo miliardo di dollari al botteghino, aggiudicandosi un premio oscar e diverse candidature.

Alcune scene del lungometraggio, ambientate su un pianeta extraterrestre, sono in realtà state girate su questa distesa di ghiaccio ai piedi dello Svínafell, che ora rischia di crollare. È stato per questo lanciato in Islanda il preallarme di catastrofe ecologica e le autorità per la protezione civile hanno avvertito turisti e tour operator della zona di tenersi alla larga dalla visitatissima location, molto apprezzata per i suoi panorami mozzafiato, i suoi numerosi sentieri da trekking e la sua laguna termale.

Interstellar, ghiacciaio, Svínafellsjökull
© mmmmngai@rogers.com/Flickr

La causa della possibile catastrofe ambientale sarebbe una combinazione dei movimenti vulcanici nelle aree limitrofe e del mutamento climatico, che insieme acuirebbero sensibilmente il rischio di disgregamento della parete rocciosa. Data l’intensità delle cause, gli esperti non escludono addirittura l’ipotesi di un crollo completo dello Svínafell.

I cambiamenti climatici hanno ridotto la massa del ghiacciaio, togliendo parte del supporto alla montagna e causandole profonde fratture strutturali, rendendola pericolosamente instabile. Milioni di metri cubi di roccia e terra potrebbero crollare in numerose frane o in un unico grande collassamento, distruggendo tutto ciò che si trova sulla strada dei detriti in caduta.

Per questo il solitario ghiacciaio che ha così magistralmente dato vita a sperduti paesaggi spaziali, rischia di scomparire spazzato via da una frana di dimensioni colossali. Tutte le scalate sul ghiacciaio e sulla montagna sono state proibite e le scene del lungometraggio hollywoodiano potrebbero da un momento all’altro trasformarsi nelle ultime testimonianze di un paesaggio ormai scomparso.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.