• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
L'approfondimento, Outdoor, Primo Piano

International Yoga Day: tantissimi i benefici per chi va in montagna!

yoga, montagna, giornata internazionale dello yogaFoto: yoganride.com

Il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, si festeggia il tutto il mondo l’International Yoga Day. La giornata è stata istituita dalle Nazioni Unite nel 2014, su iniziativa dell’India.

Lo yoga è un dono inestimabile della nostra antica tradizione. Lo yoga incarna l’unione di mente e corpo, pensiero e azione. Un approccio olistico prezioso per la nostra salute e per il nostro benessere. Lo yoga non è solo esercizio: è un modo per scoprire il senso di unità tra se stessi, il mondo e la natura” aveva dichiarato il primo ministro Narendra Modi, durante il suo discorso d’apertura dell’Assemblea generale dell’ONU. 

Lo scopo di questo giorno è quello di sensibilizzare sui benefici della disciplina, che sono innumerevoli non solo nella vita di tutti i giorni, ma anche in montagna.

La pratica dello yoga può infatti aiutare chi frequenta le terre alte. “Praticare yoga, per chi ha l’abitudine di andare in montagna, è importante per due motivi: uno di carattere fisico, e uno di carattere energetico e spirituale. Corpo e mente, per intenderci. Entrambe queste realtà, infatti, entrano in gioco quando ci ritroviamo a passare del tempo in montagna… oppure sul tappetino” spiega Laura Visinoni di yoganride.com, arrampicatrice e insegnante yoga. “Lo yoga è in grado di aiutarci a vivere la montagna in maniera differente, e forse più consapevole”.

A livello fisico, le diverse tecniche dello yoga, possono – come la pratica degli asana – aiutare a mantenere, o a raggiungere, una migliore agilità e flessibilità e insegnare, grazie alle tecnica del controllo del respiro – Pranayama –, a respirare correttamente ottenendo così una migliore ossigenazione del corpo.

A livello mentale lo yoga si rivela straordinario perché, attraverso il controllo del respiro, impariamo anche a gestire e controllare le emozioni, aiutandoci a mantenere il controllo e la concentrazione e facendoci sentire pronti e reattivi nelle situazioni insolite, di panico o pericolo”continua Laura. “Inoltre grazie allo yoga  sviluppiamo la propriocezione, ovvero impariamo a conoscere ed ascoltare il nostro corpo ed i suoi limiti. In questo modo non eccediamo oltre nelle nostre capacità, evitando molte situazioni che potrebbero compromettere la nostra salute e quella degli altri. In più, poiché lo yoga agisce anche sul sistema nervoso, calmando la mente, si riduce la tensione nervosa e la pressione emotiva, prima e durante le competizioni.”.

Per conoscere quando praticare lo yoga in montagna, quali tecniche e posizioni prediligere, poter scaricare una lezione gratis di yoga e leggere tutta l’intervista a Laura, QUI

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.