• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Primo Piano

I Ragni di Lecco in corda doppia sul Pirellone per un flash mob contro il razzismo

Due membri del gruppo alpinistico Ragni di Lecco, Carlo Aldè e Mario Giacherio, coordinati dall’ex presidente Fabio Palma, hanno disceso lunedì la facciata del Pirellone in corda doppia. L’irriverente gesto del gruppo lombardo è stato parte di un flash mob contro il razzismo organizzato da Caritas Ambrosiana in vista della Giornata Mondiale del Rifugiato il 20 giugno. Il palazzo è uno dei simboli del sistema economico e politico italiano, nonché sede del consiglio della Regione Lombardia.

Sulla maglietta dei membri della cordata troneggiava un grosso volto di scimpanzè e l’intera discesa della parete è stata una raffigurazione metaforica dell’evoluzione umana. Una volta a terra, i due si sono uniti a un gruppo di figuranti che a loro volta hanno abbandonato i costumi da scimmia con i quali avevano assistito da terra alla discesa, “evolvendosi” simbolicamente in esseri umani. Il tutto è stato accompagnato da un testo recitato che sottolineava il rilevante ruolo che le migrazioni hanno coperto nel corso della storia dell’uomo. Il sottofondo per la discesa e le danze del gruppo è stata una performance dei musicisti del coro multietnico Elikya, mentre le coreografie sono state ideate dai volontari del servizio civile.

Questa iniziativa è servita a lanciare lo slogan “Scendi dalla pianta“, con il corrispettivo hashtag sui social #BeHuman. Il progetto rientra nell’ambito della campagna internazionale di sensibilizzazione “Share the journey“. Un grande striscione “Be Human” è infine stato posto di fronte al Pirellone, per mandare un messaggio alla politica italiana circa i valori da rispettare nella gestione della delicata questione migranti.

Il contest lanciato sui social invita gli utenti a raccontare, con post, video e fotografie, episodi significativi tratti dalla loro esperienza con persone provenienti da altri paesi. I contenuti verranno poi votati dagli utenti e, alla conclusione del contesti il 15 settembre, i 10 più gettonati verranno valutati da una giuria di personalità del mondo della solidarietà, dell’informazione e dell’arte. Il vincitore si aggiudicherà un viaggio premio in Kenya per due persone.

Scopo dell’iniziativa è quello di porre sotto un’altra luce il “problema migranti”, in modo da promuovere un rapporto di pacifica convivenza con le persone che provengono da luoghi e culture differenti dalla nostra.

Di seguito il video dell’iniziativa:

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.