• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Mario Vielmo e Giampaolo Corona a Skardu: inizia la spedizione al GI

alpinismo, karakorum, vielmo, corona, gasherbrum I
Foto @ Mario Vielmo

In meno di 24 ore dalla nostra partenza da Venezia siamo già arrivati a Skardu 2250m capitale del Baltistan, Karakorum Pakistan. Nel 1996 quando arrivai qui per la prima volta impiegai circa una settimana per raggiungere questa cittadina, dove il fiume Indo si distende nell’immensa piana sabbiosa” scrive Mario Vielmo ed effettivamente i collegamenti arerei della PIA tra Islamabad e Skardu rendono facile raggiungere la porta d’accesso per le grandi montagne del Karakorum, anche se l’avventura della Karakorum Highway una volta nella vita è da fare. Da Skardu, la tappa successiva è Askole, l’ultimo villaggio che si incontra e da dove partono i trekking per i campi base.

In una settimana Mario Vielmo e Giampaolo Corona raggiungeranno il campo base del Gasherbrum I e II. L’obiettivo dei due alpinisti sarà il GI, 8068 m.

Sarà il primo tentativo sull’undicesimo gigante della Terra per Corona, che nel 2011 ha però raggiunto la vetta del GII; il GI potrebbe essere il suo quinto Ottomila senza ossigeno. Vielmo invece sul GI c’è già stato: “Conosco bene la montagna, tentai di scalarla nel 2011 arrivando a 120 metri dalla vetta, una improvvisa bufera mi costrinse a scendere. Fu una decisione saggia, visto che mi trovai da solo e con scarsa visibilità. Spero che questa volta vada tutto per il meglio”.

Dopo la sfortunata e drammatica esperienza allo Shisha Pangma di questa primavera, ora si riparte per un’altra avventura” conclude Mario. La spedizione allo Shisha sarebbe dovuta infatti essere un banco di prova per le condizioni fisiche del vicentino, reduce da un incidente al ginocchio durante la stagione sciistica. Spedizione che si è conclusa in modo tragico con la scomparsa sulla montagna dell’alpinista Boyan Petrov e con un tentativo di vetta abortito per il maltempo. 

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.