• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano, Sci

Nuovi dettagli sulla K2 Ski Challenge di Andrzej Bargiel

Alpinismo, Andrzej Bargiel, k2, Sci© Marcin Kin

Durante una conferenza stampa avvenuta mercoledì, Andrzej Bargiel ha rivelato i dettagli della sua K2 Ski Challenge, l’impresa già tentata l’anno scorso che, se portata a termine, lo vedrebbe effettuare la prima discesa integrale con gli sci del K2.

Bargiel si recherà in Pakistan questo venerdì. Il team Sunt Leones di quest’anno comprenderà diversi esperti alpinisti e sciatori polacchi: Janusz GołąbMarek OgieńPiotr Pawlus e Bartosz Bargiel, con l’accompagnamento di quattro pachistani. Gołąb aveva aiutato Bargiel lo scorso anno nel pianificare la via migliore da percorrere con gli sci, anche se poi non c’era stata occasione di provarla. Durante la conferenza lo sciatore ha commentato in questo modo il rinnovato coinvolgimento del compagno di spedizione: “Janusz ci sosterrà e gestirà al meglio i tentativi. È sicuramente una nuova sfida per lui“.

Tra piani del team polacco ci sarebbe la discesa con gli sci del GII per assicurarsi una migliore e più rapida acclimatazione rispetto a quella dell’anno scorso così da poter tentare il K2 prima rispetto all’anno scorso per cercare di trovare una condizione della neve migliore.

Il riscaldamento del clima cambia ogni ghiacciaio. […] Questo è uno dei motivi principali per cui ho deciso di tornare al K2 così velocemente. Un anno fa ho fatto un sacco di lavoro. Ci stiamo trasferendo in Karakorum una settimana prima e il piano di acclimatazione mi consentirà di agire più velocemente. Avrò bisogno di meno tempo e meno finestre meteorologiche. Credo che questa volta ci riusciremo.

La vetta del GII è prevista per il 15 di luglio, mentre quella del K2 per la successiva finestra meteorologica favorevole entro la fine del mese. Il piano di riserva del team nel caso il meteo risulti sfavorevole, sarà quello di effettuare una salita e una discesa in sci dal GI (8.068 m).

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.