• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Primo Piano

Colin Haley, nuovo record sulla via Cassin sul Denali

Alpinismo, record, Riccardo Cassin, Ragni di Lecco, Colin Haley, Denali© Colin Haley

Martedì 5 giugno Colin Haley ha stabilito un nuovo record sulla storica via Cassin sul Denali (al tempo ancora McKinley). Si tratta della via aperta nel ’61 da Riccardo Cassin, in una spedizione dei Ragni di Lecco, con lui Luigi Airoldi, Gigi Alippi, Jack Canali, Romano Perego e Annibale Zucchi.

Alpinismo, record, Riccardo Cassin, Ragni di Lecco, Colin Haley, Denali
La soddisfazione di Colin Haley in cima alla via Cassin, © Colin Haley

L’alpinista si dice molto orgoglioso del record stabilito: 8 ore e 7 minuti dalle pendici alla vetta. Diversi tentativi erano stati realizzati in anni recenti (2010, 2011 e 2012), ma il primato tanto cercato non era mai arrivato. La prima considerazione che Haley fa sulla sua pagina ufficiale, riguarda tutti coloro che probabilmente avranno qualcosa da ridire su un simile tentativo: “Sono sicuro che, come al solito, alcune persone risponderanno con accuse pseudo-religiose come “questo non è lo spirito dell’alpinismo” o “questa ascesa non ha anima”, bla bla, ecc. Lo speed climbing è solo un sottoinsieme dell’attività di arrampicata, e ovviamente non è per tutti, ma personalmente lo trovo molto stimolante e divertente. Non ho alcuna illusione che un’ascesa in velocità della Cassin Ridge rappresenti un risultato paragonabile, ad esempio, a una nuova via sul lato nord di Masherbrum, ma dopo tanto tempo ed energia riversati in questo obiettivo per molti anni, è molto gratificante finalmente riuscirci.

I tentativi di Haley sono stati numerosi, ma questa volta alcuni fattori hanno determinato il successo: “[…] un tentativo di velocità sul lato sud del Denali è molto difficile. Le condizioni atmosferiche hanno un ruolo enorme ed è stata la più grande differenza tra il mio recente successo e i precedenti tentativi.”

Il nuovo record sulla via Cassin era solo uno dei due obbiettivi dell’alpinista nella sua spedizione al Denali. Insieme alla guida alpina Robert Smith, Haley avrebbe voluto tentare in velocità anche la Diretta Slovacca, recentemente ripetuta proprio dai Ragni di Lecco David Bacci e Luca Moroni. Purtroppo però, i due membri del team, prima uno e qualche giorno dopo anche l’altro, si sono ammalati. Come se non bastasse, le condizioni meteorologiche in quei giorni erano pessime, impedendo l’acclimatazione e compromettendo la spedizione.

Per Colin Haley rimangono comunque un record e la grossa soddisfazione per averlo realizzato. Abbiamo la certezza poi che da uno scalatore così forte e determinato non potranno che arrivare altri tentativi di centrare anche l’obbiettivo della Slovak Direct.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.